Pallanuoto, Latina risultato storico: Under 20 tra le prime 4 d’Italia

 Pallanuoto, Latina risultato storico: Under 20 tra le prime 4 d’Italia


Si è conclusa la kermesse delle finali Nazionali al Foro Italico in Roma, una Latina pallanuoto che con un po’
di fortuna avrebbe sicuramente conquistato un piazzamento migliore. L’emozione e l’inesperienza ha giocato
un piccolo scherzo ai ragazzi che comunque hanno conquistato un traguardo storico, l’accesso alle finali
Nazionali.

Per la cronaca lo scudetto è andato alla Rari Nantes Salerno che ha battuto in finale il Brescia, terzo posto al
Civitavecchia che ha battiuto per 6-5 la formazione nerazzurra.

Questi i ragazzi che hanno conquistato le finali nazionali

Marini Leonardo
De Carolis Piermaria
Michilli Francesco
Marzocchi Armando
Fava Pierpaolo
Ceccarelli Federico
Giugliano Matteo
Mazzarino Andrea
Meccariello Paolo
Zilli Giancarlo
D’Ascanio Andrea
Schettino Edoardo
Scialdone Davide

U20 B – finale nazionale 3/4 posto

Civitavecchia -Latina pallanuoto 6-5 (3-3)(1-1)(1-1)(1-0)

Latina pallanuoto: Marini, De Carolis, Michilli, Marzocchi, Fava, Ceccarelli, Giugliano (3), Mazzarino,
Meccariello (1), Zilli, D’Ascanio, Schettino (1), Scialdone. Coach Maurizio Mirarchi

Superiorità numerica: Civitavecchia 2/7; Latina pn 5/12

Andamento partita: 1-0/ 1-1/ 2-1/ 2-3/ 3-3/ 3-4/ 4-4/ 4-5/ 6-5

Partita in grande equilibrio con risultato fissato 4-4 a metà gara, 5-5 a fine terzo tempo. Il Civitavecchia
gioca alla sua maniera, pressing asfissiante a tutta vasca al limite della regolarita’. Latina pn soffre siffatta
grinta agonistica ma reagisce sempre con piglio. L’ultimo decisivo quarto vede prevalere la stanchezza in
entrambi i team con molti errori. Escono per limite di falli Giugliano e Marzocchi, e la fase offensiva
pontina s’incupisce oltremodo. E’ il Civitavecchia che riesce nel guizzo giusto finale. Il team neroazzurro
ha molte occasioni per riequilibrare le sorti della gara ma non riesce con molti errori in sequenza offensiva.
Peccato! A consuntivo pochi si sarebbero aspettati la squadra pontina nelle prime quattro squadre in
Italia in questa categoria; ciò testimonia una grande crescita avvenuta gradualmente nel corso della
stagione agonistica.

Quanto fatto dal team Latina conferma quanto sia imprevedibile questo campionato capace di regalare
emozioni sempre e comunque. Quando una squadra arriva ad una final four nazionale per giocarsi il
titolo di categoria però, spesso c’è una feel good story dietro: qui, è quella di un gruppo di ragazzi
genuini che si lascia alle spalle tutto ciò che non è andato per il verso giusto, scrivendo il proprio nome
nella storia nerazzurra e cambiando la narrativa attorno al corso della storia sportiva. Chapeau.

Mai come oggi viene spontanea alla mente la citazione di Alex Zanardi “Ci si può drogare di cose
buone.
E una di queste è certamente lo sport.” Bene, stasera, nonostante la sconfitta, il folto gruppo pontino
giunto con speranza felpata fino a Roma, si è drogato di acqua clorata.

 

U20 B – finale nazionale

Sabato 7.7.18
piscina Foro Italico Roma

Latina pallanuoto – RN Salerno 7-9 (3-2)(2-3)(0-2)(2-2)

Latina pallanuoto: Marini, De Carolis, Michilli, Marzocchi (1), Fava, Ceccarelli (1), Giugliano (3),
Mazzarino, Meccariello, Zilli, D’Ascanio, Schettino (2), Scialdone. Coach Maurizio Mirarchi

Superiorità numerica: Latina pn 2/11; RN Salerno 5/11

Andamento partita: 0-1/ 3-1/ 3-2/ 4-2/ 4-4/ 5-4/ 5-7/ 6-7/ 6-9/ 7-9

Partito in sordina il team di Mirarchi si è guadagnato spazio e minuti a suon di intelligenti tagli e solida
difesa, conquistando una buona supremazia nella prima parte della gara con Giugliano in evidenza.
Poi, via via che i minuti trascorrevano il Salerno ha ribaltato risultato e soprattutto approccio mentale
alla gara, con i neroazzurri gravati di molti falli. A partire da metà terzo quarto, in ordine uscivano per
limite di falli , Zilli, Schettino, De Carolis. Questo complicava oltremodo la gara e il sopraggiunto
nervosismo faceva il resto. Encomio comunque al gruppo che fino alla fine ci ha creduto, ma oggi per
molti ragazzi, alla prima esperienza di finale nazionale, il pallone era diventato troppo pesante.
Complimenti a questi ragazzi per un bellissimo traguardo raggiunto.

Il commento del Ds Roberto De Gennaro

È vero, alla fin fine questo weekend usciamo sconfitti, seppur lottando fino alla fine. Ci può stare. Siamo comunque squadra quarta in Italia in questa categoria. Non era mai successo nella nostra storia sportiva. A tutti piace la vittoria, ma aver raggiunto la finale four, credo sia stato gratificante per tutto il movimento Pontino. I ragazzi ce l’hanno messa tutta. Per gran parte di loro, noi società in primis, era la prima volta. E questo nelle due gare più importanti si è fatto sentire, dal punto di vista emotivo.

Tante tiri che in altre occasioni, sarebbero usciti con naturalezza dalle loro braccia, in queste due gare non hanno avuto la consueta incisività. Questo step allora lo considero esperienza vissuta allo stato puro, insomma un punto di partenza e non certo di arrivo per tutti noi. Sono tutti ragazzi che il prossimo anno rimarranno in egual categoria, quindi se vorranno proseguire questo virtuoso percorso, lo faranno con un prezioso bagaglio di esperienza aggiunto. La società Latina pallanuoto ama le nuove sfide, questa è una di quelle da non perdere.

Il commento del coach Mirarchi

Abbiamo raggiunto per la prima volta le finali nazionali, è un traguardo importantissimo per la Società.

I ragazzi se lo sono meritato, hanno lavorato bene durante tutta la stagione, è un premio al loro impegno. È importante arrivare a questi grandi appuntamenti, sopratutto per i ragazzi che domani potranno far parte della prima squadra, adesso finalmente il meritato riposo dopo una grande stagione.

Il commento del Presidente Damiani

A prescindere dal risultato, per tutti noi, giocarci le finali Nazionali, ha rappresentato un’emozione straordinaria.
Così come i nostri bravissimi atleti che, si sono conquistati la finale e proprio l’emozione li ha un po’ bloccati.
Sono fiero dei nostri atleti e li ringrazio per averci regalato un traguardo straordinario. Un plauso al nostro Head coach Mirarchi che ha saputo far crescere tutto il gruppo.
In ogni caso è stata, per noi, una grande vittoria.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Avatar

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *