Ducati ad Assen

– Il Ducati Team arriva al GP d’Olanda dopo aver vinto in Italia e in Catalogna, esattamente come l’anno scorso.

– Con il doppio trionfo di Jorge Lorenzo, il pilota spagnolo entra a far parte dell’esclusivo gruppo di piloti Ducati che hanno ottenuto due vittorie consecutive: Loris Capirossi, Casey Stoner e Andrea Dovizioso.

– La pole position di Lorenzo nel GP catalano è stata la sua prima con Ducati, ed è la quinta volta che Jorge è partito dalla prima fila: oltre alla gara catalana 2018, è stato secondo in griglia in Catalogna (2017) ad Aragon (2017) e al Mugello (2018) e terzo in Austria (2017).

– Nel GP di Catalogna Lorenzo ha conquistato la pole position, il giro più veloce e la vittoria, ed è stata la quattordicesima volta che una Ducati ha realizzato questa tripletta.

– Dovizioso ha conquistato la pole position nel GP d’Olanda del 2016, la terza volta in cui una Ducati è partita dalla pole ad Assen, dopo Capirossi nel 2003 e Stoner nel 2008.

– Dovizioso è stato in testa al GP del 2016 fino a quando la pioggia non ha obbligato la Direzione Gara a fermare la gara per motivi di sicurezza.

– Dovizioso è salito quattro volte sul podio ad Assen: una volta in 250 nel 2006 e tre volte in MotoGP nel 2011, 2012 e 2014.

– Jorge Lorenzo non vince ad Assen dal 2010. Il pilota spagnolo infatti venne eliminato da Simoncelli nel 2011 e da Bautista nel 2012 all’inizio della gara, e poi nel 2013 cadde nelle FP2 e si fratturò la clavicola. In un atto di vero eroismo Jorge venne operato poche ore dopo e prese parte alla gara la domenica, finendo in 5a posizione a sole 36 ore dall’intervento.

– Lorenzo ha vinto ad Assen in tutte le categorie. Nel 2004 in 125, nel 2006 e nel 2007 in 250 e nel 2010 in MotoGP. Inoltre, Jorge ha ottenuto un totale di 6 podi e 4 pole position.

– Stoner vinse il Gran Premio d’Olanda con la Ducati nel 2008 con un margine di 11,31 secondi, lo stesso di Gardner quando batté Lawson nel 1988 con l’identico margine.

– Olanda, Catalogna e Australia sono gli unici GP in cui Stoner è salito sul podio ogni anno, nei quattro in cui ha gareggiato con Ducati.

– La Ducati ha raggiunto una velocità massima di 319,8 Km/h nel 2015 con Andrea Iannone, la più alta mai registrata da una MotoGP ad Assen.

– Le prime cinque velocità più alte del GP 2017 sono state tutte segnate da piloti Ducati.

Curiosità

– Questo fine settimana sarà la settantesima volta che un Gran Premio si terrà ad Assen, che è l’unico circuito in calendario dalla prima edizione del Campionato del Mondo nel 1949. Per questo motivo, e per il gran numero di spettatori che ogni anno assistono a questo GP, il circuito è noto come la “Cattedrale”.

– Tradizionalmente questo GP si correva di sabato, fino al 2016 quando è stato spostato alla domenica come le rimanenti gare in calendario.

– Nel 2006, la configurazione del circuito ha subito un ampio rimodellamento: la lunghezza della pista è stata ridotta di 1442 metri eliminando la prima sezione dalla prima curva all’attuale curva 4.

– Il punto che caratterizza maggiormente la pista olandese è la chicane prima del traguardo, dove sono state decise molte gare e dove ci sono state numerose controversie. Ci si arriva con una velocità massima di 260 km/h, che diminuisce fino a 126 km/h in una distanza di 159 metri e in 3,8 secondi.

– Le curve 2, 3 e 4 creano un giro di quasi 360º.

– La curva 5, la più lenta dell’intera pista e una delle più lente del campionato, è stata quella in cui sono state registrate le maggiori cadute lo scorso anno, per un totale di 17 nelle tre categorie. Il secondo punto più controverso è stato l’ingresso nella chicane, dove sono stati registrati 15 incidenti.