Napoli, Sarri: “Abbiamo il dovere di credere al secondo posto”

 Napoli, Sarri: “Abbiamo il dovere di credere al secondo posto”


Abbiamo il dovere di crederci al secondo posto“. Maurizio Sarri non molla nulla fino alla fine e trasmette la sua carica alla squadra nella vigilia del match contro la Samp.

Noi dobbiamo fare il nostro, giocare una partita vera e cercare di vincere per poi aspettare l’altro risultato. Le probabilità non sono molte ma noi dobbiamo prender i punti che ci servono, abbiamo l’obbligo di farlo”.

“Non sarà facile perchè ho grande stima della Sampdoria, è una Società che ha lavorato benissimo, hanno un ottimo allenatore ed una squadra che possiede organizzazione e qualità. Hanno giocatori di alta prospettiva e che possono mettere in difficoltà chiunque. Noi dobbiamo dimostrare di avere la giusta mentalità, perché solo con la mentalità si possono vincere certe partite come quella di domani”.

La squadra aiuterà Mertens a cercare il titolo di capocannoniere?

“La squadra deve aiutare se stessa, deve giocare come sa e poi se ci esprimiamo bene anche Mertens ne trarrà giovamento”.

Tra i dati più confortanti di questo scorcio di stagione ci sono quelli positivi della linea difensiva:

Per me la linea difensiva è in netta crescita, il nostro modo di giocare prevede varie letture difensive e la mia speranza è che in futuro possano crescere anche tutti i difensori in rosa per avere gli interpreti al massimo”.

Nei calciatori c’è un patto di ferro per raggiungere lo scudetto?

A me non risulta questo. A me risulta che i miei giocatori abbiano parlato di sogno ed ogni sogno è lecito. Per me la squadra deve solo lavorare per acquisire la migliore condizione a cominciare dal ritiro di Dimaro”.

La Roma quest’anno ha avuto 8 rigori più di voi, come analizza il dato?

Direi che la Roma per mole di gioco offensivo che esprime, sia anche lecito che abbia un alto numero di rigori. Il dato che mi lascia perplesso è il nostro, considerando quante volte entriamo nell’area avversaria”

Vedendo il Napoli giocare, viene da pensare che sia un peccato che il campionato finisca domani:

La squadra sta bene in questo momento, sia mentalmente che fisicamente. E’ raro che a fine maggio una squadra abbia altissimi valori di rendimento, ma è anche vero che il campionato è stato lungo. La sensazione però è che se ci fossero state altre partite avremmo potuto dire la nostra ancor di più fino in fondo”.

A quale suo giocatore per reparto darebbe l’Oscar per la stagione?

“Al gruppo, per convinzione, forza solidità. E’ un gruppo che non ha mai vacillato di fronte alle difficioltà e quindi l’Oscar lo meritano tutti i ragazzi”.

Fonte: sscnapoli.it

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Alfredo Di Costanzo

Alfredo Di Costanzo

http://www.iltabloid.it

Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *