MotoGp,Rio Hondo, Ducati: Andrea Dovizioso 13° e Jorge Lorenzo 16°

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
Un cielo molto nuvoloso ha accolto i piloti della MotoGP questa mattina sul circuito di Termas de Río Hondo e la pioggia ha poi iniziato a scendere sul tracciato argentino pochi minuti dopo l’inizio della sessione di FP3. I due piloti del Ducati Team non hanno avuto quindi la possibilità di migliorare i tempi ottenuti ieri e hanno dovuto prendere parte al turno di Q1 in programma nel primo pomeriggio. Dovizioso ha fatto segnare subito un ottimo tempo, ma è stato superato da Rossi e poi da Pedrosa negli ultimi secondi della sessione ed ha quindi terminato al terzo posto, senza riuscire ad accedere alle Q2 per 67 millesimi di secondo. Il pilota italiano domani scatterà dalla quinta fila in griglia con il tredicesimo tempo mentre Jorge Lorenzo, sesto nelle Q1, partirà dalla sesta fila con il sedicesimo tempo.
Il GP della Repubblica Argentina è in programma domani alle 16:00 ora locale (21:00 ora italiana).
Andrea Dovizioso (Ducati Team #04) – 1’49”488 (13°)
“Purtroppo questa mattina non sono riuscito a completare il turno di FP3 perché ha cominciato a piovere e quindi alla fine non sono entrato nei primi dieci. In Q1, nonostante avessi fatto segnare un buon tempo, sono finito al terzo posto proprio negli ultimi secondi della sessione ed è stato un vero peccato perché sono convinto che in Q2 avremmo potuto ottenere una buona posizione in griglia, che qui è molto importante. Se è andata così vuol dire che dobbiamo migliorare ancora certe cose ma, anche se domani partirò indietro, credo ci siano tutte le possibilità per recuperare e fare una buona gara.”
Jorge Lorenzo (Ducati Team #99) – 1’50”310 (16°)
“Peccato per la pioggia di oggi, perchè sono convinto che avremmo potuto migliorare molto la nostra posizione in condizioni di asciutto. Purtroppo sia nelle FP3 che in Q1 non abbiamo potuto approfittare dei miglioramenti che abbiamo trovato con la nuova  ergonomia della moto, anche se so di avere ancora bisogno di tempo per adattarmi a questa posizione di guida. Domani però dovrebbe essere asciutto e vedremo se in gara riuscirò a migliorare il mio rendimento rispetto alle prove.”
Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Never miss any important news. Subscribe to our newsletter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Never miss any important news. Subscribe to our newsletter.

Recent News

Editor's Pick