Sarri: "Vorrei rendere questa squadra competitiva al massimo. Mi aspetto una crescita di mentalità. Con la Samp gara difficile"

 Sarri: "Vorrei rendere questa squadra competitiva al massimo. Mi aspetto una crescita di mentalità. Con la Samp gara difficile"


Il mio desiderio è quello di vincere, e vorrei vincere con il Napoli perchè sarebbe il top in assoluto“. Maurizio Sarri esprime il suo proposito per il nuovo anno ed anche il sogno di una carriera. Il tecnico alla vigilia del match con la Samp evidenzia anche le difficoltà del match di domani sera.

Emergenza difesa: giocherà Chiriches o Tonelli?

Domani vedremo chi schierare. Abbiamo lavorato parecchio in questa settimana e l’ultimo allenamento ci darà risposte. Chiriches dà sensazioni positive, ha fatto allenamento col gruppo ieri, ma valuteremo domani. Di certo ci sarà l’occasione per Strinic a sinistra perché la merita. Vedremo come la sfrutterà”.

“Tonelli viene da mesi particolari, da settembre a novembre, da qualche tempo si sta allenando con noi bene e sta crescendo molto come condizione. Se ha giocato oltre cento partite in carriera può giocare anche col Napoli

Quando sarà pronto Pavoletti?

Pavoletti deve portare a termine un percorso di recupero pieno, perché è reduce da un infortunio e quando sarà totalmente col gruppo siamo certi che ci darà una mano. Leonerdo ha caratteristiche diverse dagli altri nostri attaccanti e ci consentirà una alternativa tattica in avanti“.

Che gara si aspetta domani?

La Samp è una squadra organizzata, gioca un ottimo calcio, ha valori tecnici ottimi, ha un allenatore che ho sempre stimato per le sue idee, ed è chiaro quindi che sarà una partita difficile“.

Spesso ha detto che questa squadra deve imparare a vincere le partite “sporche”:

Certamente la mia filosofia è quella che attraverso le prestazioni si ottengono risultati, il punto è che stiamo pagando dei cali di attenzione e applicazione che si evidenziano soprattutto dai gol presi dal nulla. Non è un percorso semplice ma certamente è quello che dovremo fare. Non si tratta solo di partite sporche ma di maturazione globale, non di un singolo ma dell’intero gruppo“.

La squadra segna tanto come l’anno scorso ma subisce qualche gol in più:

Il Napoli è la seconda squadra come tiri subìti, questo significa che la fase difensiva funziona. Piuttosto vanno limati errori di mentalità perchè prendiamo gol a causa di cali di attenzione. L’errore umano lo comprendo e mi sta anche bene, invece mi spiace subìre gol sull’errore tattico”.

 Prandelli ha detto che il Napoli esprime il gioco più bello d’Europa:

Sì ma poi bisogna tramutare la prestazione in risultato e questo attualmente va migliorato perché rappresenta un nostro limite. In questa stagione ho visto la squadra esprimersi benissimo ma gettare al vento vari punti. Quindi la crescita principale va compiuta su questo aspetto”.

Guardiola ha annunciato che a breve potrebbe ritirarsi. Lei che prospettiva si pone:

“Guardiola ha preso in mano il Barcellona a 37 anni, può anche meritatamente permetterdi di smettere. Io no. Il mio obettivo è rendere la mia squadra sempre più forte e farla diventare sempre più competitiva perché il mio desiderio sarebbe vincere. E vincere a Napoli credo che sia il top in assoluto”.

In città c’è fermento e attesa per il match con il Real. Voi come la state vivendo:

Se io cominciassi a pensare adesso al Real Madrid sarebbe un guaio ed un danno per la squadra. Sicuramente sarà una partita emozionante ma avverà tra parecchio tempo. Le vacanze le ho trascorse vedendo 6-7 gare della Sampdoria, per me quella è la sfida più importante adesso”

Fonte: sscnapoli.it

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Alfredo Di Costanzo

Alfredo Di Costanzo

http://www.iltabloid.it

Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *