MarcGp Jerez: la pagella del Dicos

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
Marc Marquez
Marc Marquez

MARC MARQUEZ 10: Quattro successi in quattro gare, pole position a iosa, giri veloci uno dopo l’altro, bottino pieno di punti, en plein che ipoteca il titolo 2014. MM93 domina, stritola, annichilisce le minime speranze degli avversari di mettergli le ruote davanti. Un dato su tutti è rappresentativo: a Jerez prima non aveva mai vinto. Dopo questo fine settimana, la cattedrale ha in lui il nuovo vescovo. Eccellenza!

VALENTINO ROSSI 9: Da quando è ritornato in Yamaha è la prima volta che il pesarese vince nettamente il confronto contro il compagno di squadra. Mister 9 volte indovina sia la scelta dello pneumatico anteriore sia quella di puntare sul telaio nuovo. Si vede che ha un feeling speciale con l’asfalto andaluso e in gara non si lascia sorprendere dal recupero di Pedrosa. Fa suo così il secondo podio stagionale. Prestazione che rilancia le sue quote su chi sarà il vice campione del mondo. Vedremo, nel frattempo ottimo ed abbondante!

DANI PEDROSA 6,5: Agguantare il podio è sempre un gran risultato. Se, però, il tuo team mate le ha vinte tutte, inizia a essere stretto. Dani è autore di una bella rimonta, ma quando si è trattato di fare la differenza con Rossi invece di sferrare la zampata decisiva, ha tirato i remi in barca. Da lui, sinceramente, mi aspettavo di più. Anemico!

JORGE LORENZO 5: Compleanno amaro per il maiorchino. Se Marquez è irraggiungibile da inizio stagione, dalla sua Spagna lo è diventato anche il team mate. Con l’aggravante che a sette tornate dal termine, è sceso dall’ultimo gradino del podio a favore del connazionale numero 26. Al di là della forma fisica non ottimale, la causa principale che a mio avviso fa da freno alle prestazioni del 99 è la questione del rinnovo contrattuale. Se ricordo Ben, a pensar male si fa peccato, però….. Delusione!

ANDREA DOVIZIOSO 7,5: Il ducatista riscatta la prestazione opaca della gara precedente, chiudendo la porta e non solo al duo iberico Bautista-Aleix Espargaro. Lui e la Ducati ad Jerez non si trovano a loro agio e il gap di 27 secondi dal vincitore è altino. In attesa d’importanti novità, è il primo ducatista in classifica. Consistente!

ANDREA IANNONE 4: Un pochino in ombra nelle qualifiche, a terra in gara. La velocità c’è, attenzione, però, a non bruciarsi. Pazienza, occorre tanta pazienza. Forza!

HONDA: La Honda più Honda delle altre è un razzo, le altre missili.

YAMAHA: Se non è riuscita a vincere su una delle piste preferite da Rossi e ostiche a Marquez, vuol dire che c’è ancora molto da lavorare.

DUCATI: Neanche quest’anno è scoppiato l’amore tra la rossa e il circuito.

ROSSICRONACA: Perfetta, precisa, inappuntabile, esaustiva, ottima!

TELECRONACA: Chi l’ha sentita?

GARA:  Noiosetta

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Never miss any important news. Subscribe to our newsletter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Never miss any important news. Subscribe to our newsletter.

Recent News

Editor's Pick