Formula 1: GP di Abu Dhabi, la Ferrari limita i danni

 Formula 1: GP di Abu Dhabi, la Ferrari limita i danni


Fernando Alonso - Abu Dhabi 2013
Fernando Alonso – Abu Dhabi 2013

Fernando Alonso e Felipe Massa hanno concluso rispettivamente al quinto ed ottavo posto il Gran Premio di Abu Dhabi. Il pilota spagnolo ha rafforzato la seconda posizione nella classifica riservata ai piloti, che ora lo vede a quota 217 punti, mentre Massa si è portato a 106 lunghezze. Nella graduatoria generale riservata ai Costruttori, la Scuderia Ferrari mantiene la terza posizione, a quota 323 punti, undici in meno della Mercedes e ventisei in più della Lotus.
Al via le due F138 sono sfilate in settima ed ottava posizione, con Massa davanti ad Alonso. Al sedicesimo giro Alonso è rientrato ai box per passare dalle gomme Soft, con cui aveva preso il via, alle Medium. Due tornate dopo anche Massa è rientrato in pit-lane effettuando lo stesso cambio di mescola del compagno di squadra. In questa fase Felipe ha guadagnato una posizione su Hulkenberg, mentre Alonso è sfilato in dodicesima posizione. Lo spagnolo ha superato la McLaren di Perez e la Williams di Bottas, portandosi al nono posto al ventiduesimo giro.
Nella fasi centrali della corsa sono stati i due piloti della Scuderia a tenere alta la tensione. Massa ha superato in sequenza Hamilton e Sutil, portandosi in quinta posizione. Il brasiliano è stato raggiunto da Alonso, anche lui autore di uno ‘stint’ molto veloce. Felipe è tornato ai box per l’ultima sosta al trentottesimo giro, montando sempre pneumatici Medium, mentre Alonso è rimasto in pista fino alla tornata numero 44. Lo spagnolo ha montato un set di gomme Soft, tornando in pista in settima posizione, davanti a Massa e dietro la Mercedes di Hamilton. Nelle ultime dieci tornate Fernando è stato autore di un forcing che lo ha portato a superare Hamilton e Di Resta, tagliando il traguardo al quinto posto ed ottenendo nell’ultima tornata il giro più veloce della corsa. La gara è stata vinta dalla Red Bull di Sebastian Vettel.

Redazione

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Avatar

Giovanni Soldato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *