Europeo SuperStock 600: Luca Salvadori torna nell’europeo

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
Luca Salvadori in action
Luca Salvadori in action

Dopo la breve parentesi nel Campionato del Mondo Supersport, il giovanissimo Luca Salvadori ha deciso di ritornare a correre nella classe che lo ha lanciato nel panorama internazionale, l’European Championship Superstock600, sempre in sella ad una Yamaha R6 del Team Pata by Martini. La decisione, presa di comune accordo con il team, nasce da una duplice motivazione: da un lato, l’aver considerato come le difficoltà riscontrate nelle prime gare del Mondiale lascino presagire un proseguimento di stagione troppo difficile per il giovane esordiente; dall’altro, la consapevolezza che un anno di risultati più concreti possano agevolare una sana crescita agonistica del pilota, preparandolo ad un successivo rientro nel mondiale da vivere con maggior agonismo e competizione.
Luca Salvadori correrà tutte le gare dell’European Championship Superstock600 a partire dal prossimo round di Assen, in Olanda, affiancando il compagno di scuderia Federico D’Annunzio, vecchia conoscenza del team di Claudio Quintarelli e presente anche lui in pianta stabile tra le fila della scuderia romana.
Luca Salvadori #23 – “Ho preso questa decisione di comune accordo con Claudio Quintarelli e sono certo che si rivelerà la scelta più giusta. L’esordio nel mondiale è stato davvero emozionante ma adesso c’è bisogno di concretizzare ancora un po’ d’esperienza e la STK600 è la classe in cui mi sento più a mio agio.”
Claudio Quintarelli, Team Manager – “Luca è ancora molto giovane ma sa essere saggio e riflessivo al tempo stesso: dopo aver analizzato insieme queste prime due tappe in Supersport ci siamo resi conto entrambi che forse sarebbe stato meglio evitare un’annata troppo dura, che avrebbe rischiato di minare a fondo la sua stabilità e le sue sicurezza. Abbiamo fatto bene a provarci, questo si, per non lasciar nulla d’intentato; del resto, poi, Luca ci ha sempre dimostrato un bel talento, buone potenzialità e tanta voglia di crescere ed imparare. Adesso è tempo di ritornare in una classe a lui ancor più familiare e – possibilmente – toglierci qualche bella soddisfazione. Quando si sentirà di nuovo pronto per il mondiale, la nostra Yamaha Supersport sarà sempre qui ad aspettarlo.”

Redazione

 

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Never miss any important news. Subscribe to our newsletter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Never miss any important news. Subscribe to our newsletter.

Recent News

Editor's Pick