Indycar Series: Will Power tattica perfetta

 Indycar Series: Will Power tattica perfetta


Nella seconda tappa del campionato Indycar series, sale sul gradino più alto del podio Will Power, al Barber Motorsport Park in Alabama. L’australiano è autore di una bella rimonta dal nono posto in griglia, dopo una qualifica non esattamente entusiasmante, precedendo Scott Dixon, secondo per il terzo anno consecutivo, e il brasiliano autore della pole Helio Castroneves, dopo una bella lotta negli ultimi giri con Graham Rahal.

La partenza è tranquilla con i piloti che passano indenni alla prima curva, rimane fermo al palo Alex Tagliani causando il primo caution della gara. Il primo turno di pit stop è al 14 giro, dove Power, usando una buona tattica, monta gomme morbide recuperando posizioni grazie ad alcuni giri veloci, raggiungendo il gruppo di testa comandato da Dixon che aumenta il vantaggio su Castroneves a quattro secondi.

Il secondo ciclo di pit stop arriva intorno al 41esimo giro, dove Hunter-Reay perde molti secondi per un problema alla gomma posteriore. Finito il carosello delle soste è sempre in testa Dixon con un vantaggio di circa un secondo su Power, nel frattempo, a causa di un problema alle gomme posteriori si ritira Takum Sato, e, qualche giro dopo, è costretto a rientrare ai box anche Kenaan, compagno di Barrichello, per la rottura di un ammortizzatore.

Nell’ultimo ciclo di pit stop, Power entra per primo anticipando Dixon, ma pochi giri dopo la seconda caution a causa del testacoda di Katherine Legge, con Power in testa. Al restart, le posizioni davanti rimangono invariate, con un Barrichello in gran forma che rimonta dalla decima all’ottava posizione.

I giri finali vedono una bella lotta tra Pagenaud, Castroneves e Rahal per il terzo gradino del podio, con Power e Dixon che fanno la differenza e distaccano il gruppo. Da segnalare la bella rimonta di Franchitti che rimonta dalla 14esima posizione finendo al decimo posto finale con un bellissimo sorpasso all’ultima curva ai danni di Andretti.

 

 

Classifica finale

 

1. (9) Will Power, Dallara-Chevrolet, 90, Running
2. (3) Scott Dixon, Dallara-Honda, 90, Running
3. (1) Helio Castroneves, Dallara-Chevrolet, 90, Running
4. (8) Graham Rahal, Dallara-Honda, 90, Running
5. (10) Simon Pagenaud, Dallara-Honda, 90, Running
6. (2) James Hinchcliffe, Dallara-Chevrolet, 90, Running
7. (4) Mike Conway, Dallara-Honda, 90, Running
8. (14) Rubens Barrichello, Dallara-Chevrolet, 90, Running
9. (17) Sebastien Bourdais, Dallara-Lotus, 90, Running
10. (18) Dario Franchitti, Dallara-Honda, 90, Running
11. (13) Marco Andretti, Dallara-Chevrolet, 90, Running
12. (11) Ryan Hunter-Reay, Dallara-Chevrolet, 90, Running
13. (26) Oriol Servia, Dallara-Lotus, 90, Running
14. (12) Ryan Briscoe, Dallara-Chevrolet, 90, Running
15. (5) JR Hildebrand, Dallara-Chevrolet, 90, Running
16. (20) James Jakes, Dallara-Honda, 90, Running
17. (15) Josef Newgarden, Dallara-Honda, 90, Running
18. (7) EJ Viso, Dallara-Chevrolet, 89, Running
19. (19) Justin Wilson, Dallara-Honda, 89, Running
20. (21) Simona de Silvestro, Dallara-Lotus, 89, Running
21. (6) Tony Kanaan, Dallara-Chevrolet, 89, Running
22. (23) Ed Carpenter, Dallara-Chevrolet, 88, Running
23. (24) Katherine Legge, Dallara-Lotus, 85, Running
24. (16) Takuma Sato, Dallara-Honda, 52, Mechanical
25. (22) Charlie Kimball, Dallara-Honda, 45, Mechanical
26. (25) Alex Tagliani, Dallara-Lotus, 0, Mechanical

 

Alessio Cavalli

 

 

[nggallery id=103]

 

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Ruggero Terlizzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *