Conte, Inter: “La squadra ha dato buone risposte”

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
inter

Non sbaglia il primo appuntamento con il 2021 l’Inter di Antonio Conte, che al “Meazza” travolge il Crotone con un 6-2 che regala ai nerazzurri l’ottava vittoria consecutiva in campionato. Vantaggio a sorpresa della formazione calabrese, rimonta nerazzurra con il gol di Lautaro e l’autorete di Marrone, Golemic dal dischetto ristabilisce la parità prima dell’intervallo; nella ripresa si scatena Lautaro che trova altre due volte la via del gol, venendo raggiunto nel tabellino dei marcatori da Lukaku e Hakimi.

Queste le parole del Mister ai microfoni di Sky al termine del match:

Che valore ha questa vittoria per l’Inter?

“Penso che la squadra abbia dato buone risposte. Eravamo anche partiti nella maniera giusta, poi c’è stato questo calcio d’angolo in cui il Crotone ci ha sorpreso. Siamo stati bravi a ribaltarla, un’ingenuità individuale ha permesso agli avversari di rimettere il risultato in equilibrio e lì siamo stati bravi perché il 2-2 avrebbe potuto creare nervosismo. I ragazzi invece sono rimasti calmi e con pazienza hanno portato a casa un’altra vittoria”.

Quali sono le condizioni di Lukaku?

“Vedremo domani, mi ha detto di aver sentito un piccolo affaticamento al quadricipite. Ha avvertito un fastidio e l’abbiamo sostituito subito, quindi spero non sia niente di grave. Vedremo se riuscirà a essere a disposizione per la partita contro la Sampdoria”.

Che corde vanno toccate per ritrovare il vero Vidal?

“Arturo deve sicuramente lavorare, a testa bassa, perché ha margini importanti di miglioramento. Qui nessuno ha il posto assicurato e deve dimostrare di meritare una maglia. Deve fare molto meglio di quello che sta facendo, non ci possiamo permettere gli alti e bassi che ha dimostrato finora. Allo stesso tempo siamo contenti di aver recuperato Sensi a centrocampo, perché nella scorsa stagione ha avuto diversi problemi e l’abbiamo avuto poco a disposizione finora. Adesso finalmente sta ritrovando continuità. Poi c’è anche Gagliardini che quando viene chiamato in causa dà sempre garanzie”.

Quanto è importante Hakimi? Vi dà una velocità e una profondità unica…

“Sta migliorando molto, anche nella fase difensiva. È arrivato all’Inter pensando solo a una fase, invece noi gli stiamo facendo capire l’importanza anche degli aspetti difensivi. Lui si sta applicando e adesso è un giocatore nettamente migliore rispetto a quello che era arrivato. Sta offrendo delle garanzie, quelle che cercavo”.

Fonte: inter.it

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Never miss any important news. Subscribe to our newsletter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Never miss any important news. Subscribe to our newsletter.

Recent News

Editor's Pick