MotoGp, il Ducati Team torna in azione sul Circuito Ricardo Tormo

 MotoGp, il Ducati Team torna in azione sul Circuito Ricardo Tormo


Sarà il Circuito Ricardo Tormo di Cheste, situato nei pressi di Valencia, ad ospitare questo fine settimana il Gran Premio d’Europa, primo degli ultimi tre appuntamenti consecutivi della stagione MotoGP 2020. Per la prima volta in 19 anni il campionato non terminerà sul celebre tracciato spagnolo, che ospiterà invece anche il penultimo GP la prossima settimana, perché l’evento conclusivo si svolgerà il 22 novembre a Portimão, in Portogallo.

Dedicato al pilota valenciano Ricardo Tormo, campione del mondo 50 cc nel 1978, quello di Cheste è il tracciato più corto presente in calendario quest’anno. Su questa pista Ducati ha ottenuto un totale di 10 podi in MotoGP, comprese anche tre vittorie: nel 2006 con Troy Bayliss, nel 2008 con Casey Stoner e l’ultima, più recente, nel 2018 con Andrea Dovizioso, autore di una bellissima vittoria sotto la pioggia. Il pilota forlivese, attualmente quinto in campionato a 28 lunghezze dal leader Mir, arriva a Valencia determinato a riscattarsi dopo due fine settimana difficili ad Aragón.

Anche Danilo Petrucci, undicesimo in classifica dopo aver terminato in decima posizione l’ultima prova al MotorLand di Alcañiz, arriva in Spagna con la voglia di ritrovare delle buone sensazioni in sella alla sua Ducati Desmosedici GP. Il pilota ternano ha come suo miglior risultato a Valencia un decimo posto ottenuto nel 2015, mentre lo scorso anno una caduta lo ha costretto al ritiro.

Dopo i primi undici appuntamenti della stagione 2020, Ducati è seconda nella classifica costruttori con 171 punti, mentre il Ducati Team occupa la terza posizione nella classifica dedicata alle squadre.

Andrea Dovizioso (#04 Ducati Team) – 5° (109 punti):

“Le due gare al MotorLand Aragón sono state davvero difficili per noi: abbiamo sofferto molto e ovviamente i risultati che abbiamo ottenuto non sono stati in linea con le nostre aspettative. Dopo una settimana di riposo, torniamo in pista molto motivati: mancano tre gare alla fine del campionato e sappiamo che può ancora accadere di tutto. Quest’anno ogni Gran Premio si è rivelato una storia a sé stante: mi restano tre gare insieme a Ducati e cercherò di dare sempre il massimo fino alla fine”.

Danilo Petrucci (#9 Ducati Team) – 11° (71 punti):

“Ci siamo lasciati Aragón alle spalle e ora siamo focalizzati sui due prossimi appuntamenti di Valencia. Il Circuito Ricardo Tormo non è uno dei nostri tracciati ideali, ma quest’anno è difficile fare previsioni prima di essere effettivamente scesi in pista. Michele Pirro è stato qui a fare un test pochi giorni fa e i suoi riscontri sono stati positivi, per cui arriviamo in Spagna con molti dati interessanti a nostra disposizione. Questi prossimi tre gran premi saranno sicuramente molto impegnativi, ma sono determinato a far sì che le mie ultime gare insieme a Ducati lascino a tutti un ricordo positivo”.

Il Gran Premio d’Europa avrà inizio questo venerdì, 6 novembre, a partire dalle ore 10:55 locali (GMT +1.00) con la prima sessione di prove libere.

Informazioni circuito

Paese: Spagna
Nome: Circuit Ricardo Tormo
Giro veloce: Márquez (Honda), 1:31.116 (158,2 km/h) – 2019
Record del circuito: Lorenzo (Yamaha), 1:29.401 (161,2 km/h) – 2016
Velocità massima: Dovizioso (Ducati), 335,9 km/h – 2015
Lunghezza del tracciato: 4,0 km
Durata della gara: 27 giri (108,1 km)
Curve: 14 (9 a sinistra, 5 a destra)

Risultati 2019

Podio: 1° Márquez (Honda), 2° Quartararo (Yamaha), 3° Miller (Ducati)
Pole Position: Quartararo (Yamaha), 1:29.978 (160,2 km/h)
Giro veloce: Márquez (Honda), 1:31.116 (158,2 km/h)

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Alfredo Di Costanzo

Alfredo Di Costanzo

http://www.iltabloid.it

Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *