Club Basket Frascati, che spettacolo per la sfida alla Nazionale Artisti organizzata con Unicef

 Club Basket Frascati, che spettacolo per la sfida alla Nazionale Artisti organizzata con Unicef


“E’ stata una bellissima serata di basket e solidarietà. Siamo sicuri di poter ripetere anche in futuro eventi di questo tipo sperando che abbiano una risposta ancora maggiore”.

Fernando Monetti, presidente del Club Basket Frascati, è molto soddisfatto della riuscita della manifestazione denominata “Frascati a canestro per Unicef” che ha messo di fronte ieri sera al palazzetto dello sport di Vermicino una selezione del club tuscolano (composta da ragazzi e ragazze delle due prime squadre frascatane) e la Nazionale Basket Artisti che ha schierato diversi personaggi del mondo dello spettacolo.

L’appuntamento è stato patrocinato dal Comune di Frascati (presente tramite i consiglieri Lonzi, Fiasco, Privitera e Ventura) e dalla Federazione Italiana Pallacanestro (Fip). La gara è terminata con un “salomonico” pareggio per 65-65 con la tripla della squadra ospite sulla sirena a determinare il risultato finale.

Le parole di Monetti

“Siamo felici di aver potuto organizzare una serata di solidarietà con l’incasso che è stato totalmente devoluto in favore di progetti Unicef a sostegno di bambini bisognosi di tutto il mondo – spiega ancora Monetti – E’ stato il nostro primo evento organizzato assieme ad Unicef, l’avvio di una collaborazione che abbiamo messo a punto dopo diverso tempo anche attraverso l’interessamento del direttore generale Paolo Rozera e che siamo orgogliosi di poter portare avanti. Da questo accordo è nato il progetto pilota “Diritti a canestro”, che punta all’integrazione di giovani di età compresa tra i 12 e i 14 anni che praticano la pallacanestro.

Il Club Basket Frascati sarà la sede di sperimentazione pilota che accoglierà ragazzi di origini prevalentemente africane per far praticare loro la pallacanestro grazie al contributo di tutti i componenti del nostro staff, dai tecnici, ai preparatori, alla nutrizionista e alla psicologa. Ma al tempo stesso consentirà a questi ragazzi di avviare un percorso di inclusione sociale e scolastico, attraverso l’accompagnamento nello studio e nell’inclusione familiare.

Un progetto unico nel mondo della pallacanestro italiana e infatti la Fip lo ha sposato in pieno, sostenendo l’iniziativa. Altre idee sono in cantiere e a breve le concretizzeremo: tra queste, anche un altro progetto sul sociale che partirà a gennaio e che riguarderà i ragazzi afflitti da autismo che verranno accolti nel nostro club”.

Intanto sono arrivate buone notizie anche dai ragazzi della serie C Gold che sono tornati alla vittoria nel match casalingo di sabato, piegando ai tempi supplementari il San Paolo Ostiense per 80-74.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Загрузка...


Avatar

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *