Le condizioni meteo avverse hanno disturbato le prime due sessioni di prove libere sul Circuito di Magny-Cours, rendendo l’asfalto molto scivoloso e riducendo notevolmente l’attività dei piloti in pista.

A causa della pioggia entrambi i piloti del team Aruba.it Racing – Ducati, Álvaro Bautista e Chaz Davies, hanno effettuato pochi giri nel corso nella prima sessione di prove libere di questa mattina. Purtroppo lo spagnolo è scivolato inaspettatamente alla prima curva nel corso del suo primo passaggio ma, dopo una lunga sosta ai box per ripristinare la moto, è comunque riuscito a portare a termine la sessione. Nel pomeriggio, durante il secondo turno di prove libere, l’intensità della pioggia ha reso precarie le condizioni della pista e, considerando il miglioramento del meteo previsto per la giornata di domani, entrambi i nostri piloti hanno preferito rimanere ai box.

Domani alle 09:00 CET si disputerà la terza ed ultima sessione di prove libere, seguita alle 11:00 dalla Superpole valida per definire la griglia di partenza di Gara 1, che partirà alle 14:00.

Álvaro Bautista (Aruba.it Racing Ducati #19) – 1’54.091 (13°)
“Non è stata sicuramente la giornata migliore per debuttare su questo tracciato! Questa mattina, in condizioni di asfalto bagnato, sono scivolato perdendo il posteriore alla curva 1 nel corso del primo giro ma fortunatamente non ho riportato nessun danno fisico. La pista di Magny-Cours mi piace abbastanza e mi sembra meno difficile rispetto ad Imola o Portimão. Ho potuto anche constatare che in caso di pioggia il grip non è ottimale ma questo vale per tutti. Nel secondo turno di prove l’intensa pioggia ha reso la situazione ancora più difficile e viste le precarie condizioni della mia spalla ho preferito non rischiare ulteriormente rimanendo al box. Spero che il miglioramento del meteo previsto per domani mi permetta di aumentare la confidenza con il tracciato in vista della gara.”

Chaz Davies (Aruba.it Racing Ducati #7) – 1’54.133 (14°)
“Posso ritenermi abbastanza soddisfatto dopo il primo turno di FP1, ho fatto pochi giri con l’obiettivo di prendere confidenza in condizioni di asfalto bagnato. Visto il miglioramento del meteo previsto per i prossimi giorni ho preferito non prendere troppi rischi oggi per dare il massimo in condizioni di pista asciutta. Con la Panigale V4 R pensiamo di avere tutto sommato un buon set up di base che cercheremo di migliorare continuamente su ogni tipo di tracciato.”