Sbk, 2 manche: quindicesimo successo stagionale di Bautista

 Sbk, 2 manche: quindicesimo successo stagionale di Bautista


Sull’Autodromo dell’Algarve il pilota del team Aruba.it Racing – Ducati Alvaro Bautista è tornato oggi alla vittoria, la sua quindicesima in questa stagione e la prima dal round di Misano dello scorso giugno. Dopo la Superpole Race del mattino, che ha terminato al secondo posto dopo una partenza difficile ed un ottimo recupero, Alvaro ha sofferto anche all’inizio di Gara 2 ma, sfruttando bene l’eccezionale potenza e velocità della sua Panigale V4 R sul lungo rettilineo del tracciato portoghese, ha impiegato solo sei giri per portarsi al comando davanti a Rea su Kawasaki. Nonostante fosse molto a corto di energie a causa della spalla sinistra non ancora completamente guarita, il 34enne di Talavera de la Reina è riuscito a tenere a bada il rivale nordirlandese, tagliando il traguardo con un vantaggio di soli 0,111 secondi.

Dopo la buona prestazione di ieri, che ha visto Chaz Davies ottenere un ottimo secondo posto in Gara 1, il pilota gallese non ha avuto oggi la stessa fortuna. Nella Superpole Race e quindi con pochi giri a disposizione, non è riuscito a rimontare ed ha chiuso al decimo posto. In Gara 2, è quindi partito dal quattordicesimo posto in griglia e stava risalendo posizioni quando intorno a metà gara un problema al cambio non gli ha più permesso di guidare agevolmente e lo ha purtroppo costretto a retrocedere fino al sedicesimo posto finale.

La vittoria di oggi ed i risultati ottenuti nel corso del weekend, permettono ad Alvaro di rimanere saldamente alla seconda posizione in campionato con 399 punti, a 91 dal capoclassifica Rea, mentre Chaz è al settimo posto con 204 punti. Il prossimo appuntamento del Mondiale Superbike si svolgerà tra tre settimane sul Circuito di Magny-Cours in Francia, dal 27 al 29 settembre.

Álvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati #19) – 2° / 1°
“È stato un fine settimana molto difficile per me, soprattutto dal punto di vista fisico, perché la mia spalla non è ancora al 100%. Dopo la gara di ieri, già questa mattina sentivo che la mia condizione era peggiorata, ma ho comunque provato a partire bene nella Superpole Race. Purtroppo ho invece perso molte posizioni e per recuperare ho speso tanta energia, riuscendo però ad arrivare secondo e partire quindi dalla prima fila in gara 2. Nel pomeriggio di nuovo non sono riuscito a partire bene, impennando la moto e perdendo alcune posizioni ma sono comunque rimasto nel gruppo di testa, quindi non mi sono preoccupato più di tanto. A metà gara ho visto che il mio ritmo era più veloce di quello degli altri, quindi ho deciso di prendere il comando e provare a spingere forte fino alla fine. Sono riuscito a gestire il vantaggio, ma negli ultimi due giri ho perso ogni goccia di energia ed alla fine non ne avevo davvero più. È stata la mia prima volta qui a Portimão e sono felice di aver ottenuto di nuovo una vittoria dopo più di due mesi.”

Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati #7) – 10° / 16°
“Dopo la buona prestazione di ieri abbiamo provato ad apportare delle modifiche al setup della moto per migliorare ulteriormente, ma non hanno funzionato come sperato. Ovviamente anche partire dalla quattordicesima posizione in griglia non aiuta e la gara per me è stata davvero dura. Anche se ho fatto un po’ di fatica nei primi giri, il mio ritmo era comunque abbastanza buono ed ho pensato di poter fare una buona seconda parte di gara. Sono però iniziati dei problemi con il leveraggio del cambio che non mi hanno più permesso di guidare agevolmente. Il podio di sabato è stato un buon risultato, ma sono un po’ deluso da come sono andate le cose oggi. Nel complesso il weekend mi ha dato fiducia per il futuro perché ha dimostrato che adesso possiamo essere competitivi anche su piste solitamente per noi non favorevoli.”

Загрузка...


Alfredo Di Costanzo

Alfredo Di Costanzo

http://www.iltabloid.it

Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *