Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci partiranno domani rispettivamente dalla terza e dalla quarta fila del British GP, in programma domani sul circuito di Silverstone alle ore 13:00 locali (le 14:00 in Italia) sulla distanza di 20 giri.

Questa mattina Dovizioso aveva concluso la FP3 in quattordicesima posizione ed aveva dovuto quindi prendere parte alla Q1, chiusa al primo posto in 1:58.944. Andrea ha poi migliorato il suo tempo nella Q2 girando in 1:58.762, esattamente lo stesso crono di Viñales, ma è stato classificato in settima posizione dietro al pilota spagnolo.

Danilo Petrucci, che nella FP3 aveva ottenuto il quinto tempo in 1:59.034 garantendosi l’accesso diretto alla Q2, non è invece riuscito a ripetersi in qualifica e partirà dalla quarta fila con l’undicesimo crono di 1:59.487.

Andrea Dovizioso (#04 Ducati Team) – 1:58.762 (7º)
“Fortunatamente siamo riusciti a ritrovare un buon feeling nella FP4, quando abbiamo usato la gomma dura per la prima volta e ci siamo messi a posto studiando attentamente i dati. Marquez sembra essere il più veloce, ma poi c’è un gruppo di cinque piloti, me compreso, che ha un passo molto simile. E’ difficile prevedere come potrà andare la gara: sicuramente le Yamaha e la Suzuki di Rins, oltre a Marquez, andranno molto forte, soprattutto nei primi giri, ma questa pista è molto impegnativa, sia per le gomme che per il fisico, e quindi bisognerà vedere cosa succederà. Domani dovrebbe fare ancora caldo, come o forse anche più di oggi, e credo che molti piloti sceglieranno la gomma dura, che non è facile da sfruttare perché ha poco grip ma consente di guidare in modo più fluido. Peccato aver perso la seconda fila per un niente, ma non credo che la posizione di partenza potrà condizionare la mia gara”.

Danilo Petrucci (#9 Ducati Team) – 1:59.487 (11º)
“Purtroppo non sono riuscito a fare una buona qualifica. Peccato perché questa mattina la moto mi piaceva moltissimo ed ero veloce: nel pomeriggio abbiamo fatto delle piccole modifiche ma non ho più ritrovato lo stesso feeling. Nella Q2 c’era tanto grip dietro e molto poco sull’anteriore e sentivo lo sterzo molto leggero per cui non sono riuscito a ripetere neanche il tempo di questa mattina, forse a causa della temperatura più elevata. Il nostro obiettivo minimo era partire dalla seconda o dalla terza fila, ma non ci siamo riusciti e quindi la gara non sarà molto facile per noi. Adesso però analizzeremo bene i dati per capire meglio cosa è successo e cercare di trovare una soluzione per domani”.

Il Ducati Team tornerà in pista domani, domenica 25 agosto, alle 9:30 ora locale (le 10:30 in Italia) per la sessione di warm-up in vista della gara, con partenza fissata alle 13:00 ora locale (le 14:00 in Italia).