Le dichiarazioni del team e dei piloti al termine della gara valida per il Gran Premio di Formula 1 della Gran Bretagna che ha visto una buona prestazione della Toro Rosso.

Daniil Kvyat (STR14-03, Car 26) Gara: 9°

“Sono davvero contento per come è andata la gara. Onestamente, partendo dalle retrovie non avevo grandi aspettative. Per tutto il weekend non sono riuscito a entrare nel ritmo e ho faticato un po’ con il bilanciamento della vettura. Ma oggi, che è il giorno che conta di più, sono riuscito a tirare fuori il massimo. Ieri abbiamo trovato delle soluzioni per quanto riguarda l’assetto e subito c’è stato un feeling diverso. Sul finire della gara ho anche ingaggiato un bel duello con Kimi per l’ottava posizione: è stato divertente, ma non ho avuto abbastanza giri per tentare un sorpasso. È bello poter aggiungere altri due punti alla nostra classifica, era importante riprendersi dopo le ultime due gare”.

Alexander Albon (STR14-04, Car 23) Gara: 12°

“Per me non è stato facile gestire le gomme in gara. Quando è entrata la  safety car, alcuni piloti hanno avuto fortuna e altri no. Avevamo un problema e non potevamo fare la sosta o toccare la macchina, quindi siamo dovuti rimanere fuori mentre tutti gli altri intorno a noi sono rientrati. È stata una gara frustrante, ma a volte capita”.

Jody Egginton (Technical Director):

“La gara di oggi è stata piuttosto movimentata e, anche se siamo andati a punti, lasciamo Silverstone chiedendoci cosa avremmo potuto fare di più. Alex ha guidato bene, considerando soprattutto che ha dovuto gestire un problema alla vettura per tutto l’arco della gara che ha limitato le nostre opzioni strategiche in vari momenti. Nonostante abbia fatto un ottimo lavoro nella gestione delle sue gomme prime, a due giri dalla fine queste erano praticamente finite e non è riuscito a tenere dietro Hulkenberg. La gara di Dany è stata più lineare e durante la safety car abbiamo preso la palla al balzo per montare le gomme prime, che gli hanno permesso di attaccare nell’ultimo terzo di gara. Sfortunatamente, però, non ha avuto abbastanza tempo per superare anche Kimi. Qui a Silverstone le prestazioni sono state più in linea con le nostre aspettative, ed è positivo, ma i distacchi  marginali  nel gruppo centrale non danno spazio per alcun errore: dobbiamo continuare a sviluppare aggressivamente”.

Toyoharu Tanabe (Honda F1 Technical Director):

“Grazie a un gran ritmo e una buona strategia, Daniil è riuscito ad andare a punti partendo dalla P17. Sfortunatamente, Alex è scivolato fuori dalla zona punti nelle fasi finali, non avendo potuto fare la seconda sosta di cui aveva bisogno. È stata un’anomalia legata alla PU, perché i dati mostravano un problema di alta tensione e, quindi, abbiamo sconsigliato al team di fare una seconda sosta per motivi di sicurezza. Ovviamente, analizzeremo questo inconveniente con molta attenzione. Non è stata una delle gare  migliori per noi, ma per i tifosi è stato un altro Gran Premio davvero emozionante. Adesso ci concentreremo, come di consueto, sul nostro programma di sviluppo mentre ci prepariamo a un’altra coppia di gare in successione”.