10 cose da sapere sul TT Circuit di Assen

 10 cose da sapere sul TT Circuit di Assen


Dopo un GP di Catalunya dall’esito dolceamaro – con Danilo Petrucci (terzo) sul podio per la terza volta consecutiva ed Andrea Dovizioso coinvolto in un incidente che lo ha costretto al ritiro – il Ducati Team è pronto a tornare in pista ad Assen (Paesi Bassi) per il l’ottavo round del Campionato Mondiale MotoGP 2019, il Gran Premio di Olanda sullo storico TT Circuit di Assen. Il tracciato dei Paesi Bassi è tra i più iconici in calendario ed è stato spesso teatro di gare epiche, tanto da essersi guadagnato nel corso degli anni il soprannome di “Università della Moto”. Andiamo a scoprire dieci dati chiave sulla prossima tappa:

– Questo fine settimana sarà la 72a volta che il Campionato Mondiale farà tappa ad Assen, che è l’unico circuito in calendario dal 1949, anno di nascita del campionato.

– Le prime edizioni del GP d’Olanda si sono disputate su strade pubbliche fino a quando, nel 1955, fu costruito l’autodromo noto come Dutch TT che, per la difficoltà e la varietà che lo contraddistinguono, ha ricevuto i soprannomi di “Cattedrale” e “Università della Moto”.

– Nel 2006, il tracciato ha subito un ampio rimodellamento: la lunghezza della pista – originariamente di 7,705 metri – è stata ridotta a 4,555 metri modificando ed eliminando gran parte della prima sezione, dalla prima curva all’attuale curva 4.

– Tradizionalmente il GP di Assen si correva di sabato, ma dal 2016 è stato spostato alla domenica come le rimanenti gare in calendario.

– La chicane che precede il traguardo è uno dei punti più spettacolari del tracciato ed è spesso stata decisiva per il risultato finale delle gare, non senza controversie. I piloti ci arrivano ad una velocità di 260 km/h rallentando fino a 126 km/h in uno spazio di circa 160 metri in 3,8 secondi.

– Ducati ha ottenuto una vittoria ad Assen in MotoGP con Casey Stoner nel 2008.

– Ducati detiene il record di velocità massima ad Assen – 319,8 Km/h – fatto registrare nel 2015 con Andrea Iannone.

– Il secondo posto conquistato nel 2014 è il miglior risultato di Andrea Dovizioso con Ducati ad Assen. Il pilota italiano ha raccolto altri tre podi nei Paesi Bassi, chiudendo la gara al terzo posto nel 2006, 2011 e 2012.

– Dovizioso ha conquistato la pole position nel GP d’Olanda del 2016, la terza volta in cui una Ducati è partita dalla pole ad Assen, dopo il 2003 (Capirossi) ed il 2008 (Stoner).

– Danilo Petrucci è salito sul podio ad Assen in MotoGP quando nel 2017 terminò la gara al secondo posto, a soli 63 millesimi dal vincitore Valentino Rossi, dopo un lungo duello con il connazionale.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Alfredo Di Costanzo

Alfredo Di Costanzo

http://www.iltabloid.it

Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *