Si conclude con la finale di Coppa la stagione del Torrino Primatour nell’ultimo atto della competizione, il Casalotti battuto largamente in campionato sia all’andata che al ritorno  ha la meglio, e vince per 4-2 cotro un Torrino pieno di assenze tra indisponibili e fantomatiche squalifiche. Rimane comunque la grande soddisfazione da parte della squadre e della società per la stagione disputata: un campionato inedito per il Torrino, come quello di Serie D, giocato ad alto livello, e concluso al secondo posto in classifica, ad una sola lunghezza dalla vincitrice.

La C1 per il prossimo anno, una stagione quella appena conclusa con un gioco  divertente, messo in pratica dalla squadra più giovane del campionato, con ben dodici Under 21 presenti in rosa. Poi l’esperienza in Coppa , disputata con un organico ridotto per le numerose assenze, e terminata solo in finale in cui di inadeguato c’era solo il campo di gioco scelto dal comitato regionale e un arbitraggio a dir poco scadente. Una squadra, quella di Daniele Caiazzo ed Alessandro Conti, fatta di ragazzi che hanno alti valori di etica sportiva.

Un gruppo solido, unito, di amici, con ogni elemento pronto a sacrificarsi per il bene comune, e che è riuscito nell’intento di riportare al Torrino la voglia e l’amore per il calcio a 5, la vera mission della società a inizio stagione. Se c’è un posto in Italia dove si respira la storia del futsal, quello è il quartiere Torrino. Il futuro, però, inizia adesso. Dopo aver posto le basi per la rinascita in questa stagione, con il ritorno nella storica arena del TSC e l’avvio della scuola calcio, il prossimo anno, dopo l’annuncio della sinergia con il Village, la società di Via Deserto del Gobi disputerà il campionato di Serie C1. Una nuova sfida che sarà onorata al meglio, come da storia e tradizione del Torrino: il meglio deve ancora venire.