Formula 1, GP Azerbaigian: Toro Rosso, i commenti dopo le qualifiche


Formula 1, GP Azerbaigian: Toro Rosso, i commenti dopo le qualifiche




Il commento dei piloti e del team Toro Rosso dopo le qualifiche di Baku per il Gran Premio di Azerbaigian di Formula 1.

Daniil Kvyat (STR14-03, Car 26)

Terza Sessione di Prove Libere – Miglior Giro: 1:43.223, 6° pos., 18 giri
Qualifiche – Miglior Giro: (Q1) 1:42.324, (Q2) 1:42.221, (Q3) 1:41.681, 6° pos.

“È stata una buona qualifica, ho fatto un gran bel giro in Q3 ed è sempre una grande soddisfazione, specie in una pista per piloti audaci come questa! Le condizioni non erano ideali per nessuno, perché abbiamo perso tempo prezioso ieri, ma generalmente non mi servono tanti giri per trovare il mio passo. In uno dei miei giri ho sfiorato il muro, ma per fare il miglior tempo
possibile su una pista come questa ci vuole tanto coraggio. Quella di domani sarà una gara lunga, ma penso che avremo l’opportunità di puntare a un buon risultato. Sarà una corsa imprevedibile, quindi cercherò di mantenere il sangue freddo e fare il miglior lavoro possibile”.

Alexander Albon (STR14-04, Car 23)

Terza Sessione di Prove Libere – Miglior Giro: 1:43.300, 8° pos., 19 giri
Qualifiche – Miglior Giro: (Q1) 1:42.154, (Q2) 1:42.494, 13° pos.




“È stato un finale di qualifica un po’ frustrante. Per tutto il weekend abbiamo avuto il passo per entrare in Q3, ma è mancato proprio nel momento più importante. Ho faticato con la temperatura delle gomme e ho cercato di portarle al giusto range di funzionamento, specialmente sul finire della sessione quando le temperature si sono drasticamente abbassate. Forse non
ho fatto un buon giro di riscaldamento, perché non avevo abbastanza fiducia con la pista fredda e l’auto che scivolava un po’ ovunque. Ma domani è un altro giorno: qui può succedere di tutto e abbiamo visto quanto le gare possano essere caotiche. È tutto da giocare”.

Jody Egginton (Technical Director)

“Entrambi i piloti riportavano d’avere un buon bilanciamento durante le Libere 3. Pertanto, le uniche modifiche alle vetture per la qualifica sono state quelle utili a garantire l’ottimizzazione all’uso delle gomme per le condizioni del tracciato e dell’ambiente. In Q1, il tempo segnato nel secondo run è stato sufficiente per avere entrambe le vetture in Q2. Tuttavia, la bandiera rossa ha
causato dei ritardi nella sessione e così si è chiusa con temperature decisamente più basse del previsto: un’ulteriore sfida per piloti e ingegneri.

Daniil è riuscito a entrare in Q3, mentre sfortunatamente Alex – sebbene fosse stato molto competitivo fino a quel momento – non è stato in grado di farlo questa volta. Per cercare di affrontare al meglio le basse temperature, in Q3 abbiamo scelto di continuare con dei run con giro veloce, giro di raffreddamento e poi di nuovo un altro giro veloce. Daniil ha segnato
un’ottima prestazione, assicurandosi il sesto posto sulla griglia: una bella ricompensa per gli sforzi compiuti dalla squadra. Adesso ci concentreremo sulla gara: con il passo mostrato finora, puntiamo ad andare a punti con entrambe le vetture”.

Toyoharu Tanabe (Honda F1 Technical Director)

“Questa è stata una qualifica davvero complicata, con due bandiere rosse, ma Daniil è stato bravo a conquistare il sesto posto in griglia, regalando alla Scuderia Toro Rosso il primo ingresso stagionale in Top Ten. È un risultato positivo in vista della gara di domani ed è merito di tutto il grande lavoro svolto dal team e da tutti gli uomini della Honda: siamo riusciti a dare vita a
due pacchetti d’auto molto forti per questo weekend.

Alex, che partirà 12°, si è qualificato 13° non avendo avuto un giro pulito in Q2, a causa del traffico, ma con il ritmo mostrato durante il fine settimana, potrà certamente recuperare domani. Il nostro obiettivo è quello di portare tutte e quattro le vetture motorizzate Honda nella Top Ten”.



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*