Sykes porta la BMW al comando

 Sykes porta la BMW al comando


Il primo giorno del Campionato del mondo MOTUL FIM Superbike al Motul Dutch Round è stato freddo e ventoso. Ci hanno pensato però i protagonisti della classe regina a scaldare l’ambiente girando con un distacco minimo tra l’uno e l’altro. In appena 0.031 secondi ci sono cinque piloti e al comando c’è Tom Sykes (BMW Motorrad WorldSBK Team) che piazza così la BMW in testa alla classifica dei tempi.

L’inglese è stato tra i piloti più veloci durante le FP2 ma ha ottenuto il miglior crono solo al termine della sessione. La nuova BMW S1000RR è ancora in fase di sviluppo ma già ad Aragon si era vista la validità del progetto e qui ad Assen, il campione del mondo nel 2013 ha saputo sfruttare al massimo tutto il potenziale della moto tedesca. Markus Reiterberger (BMW Motorrad WorldSBK Team) è stata una delle rivelazioni di questo venerdì registrando ottimi tempi e chiudendo col quarto tempo assoluto, il suo miglior piazzamento della stagione fino ad ora.

Dopo aver dominato le FP1, le Kawasaki, padrone di casa su questa pista, hanno visto consolidare il lavoro svolto in mattinata grazie al secondo posto di Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK). Il quattro volte campione del mondo vuole ottenere la prima vittoria stagionale e ad Assen, dove ha vinto le ultime sette gare consecutive, vuole difendere il suo regno. È andato bene anche il suo compagno di box Leon Haslam (Kawasaki Racing Team WorldSBK) che ha ottenuto il terzo tempo e vorrà provare a tornare sul podio dopo quello ottenuto in Australia.

È stata una giornata difficile per l’ARUBA.IT Racing Ducati. Alvaro Bautista non ha brillato durante le FP2, ha trascorso parecchio tempo a cercare una soluzione insieme alla sua squadra per riuscire a stare nelle prime posizioni. L’attuale leader del campionato chiude il venerdì col sesto tempo dopo aver registrato dei giri veloci al termine delle FP2. Chaz Davies è scivolato alla curva 5 ma è subito tornato al box. Il gallese sta lavorando per tornare di nuovo sul podio ma per il momento è nono pur avendo trascorso gran parte della sessione davanti al suo compagno di squadra.

Abbiamo assistito ad una delle sessioni più serrate di sempre nella storia del WorldSBK, Michael van der Mark (Pata Yamaha WorldSBK Team) ha chiuso le FP2 in quinta posizione a soli 0.031 secondi dal leader della classifica dei tempi, Sykes. L’olandese vorrà fare bella figura davanti al pubblico di casa e si prepara ad un sabato a tutto gas. Non è stata una giornata semplicissima per il suo compagno di squadra, Alex Lowes che è scivolato alla curva 1 durante la sessione pomeridiana e chiude la top 10 del primo giorno ad Assen.

Due piloti dei team indipendenti si confermano tra i primi dieci. Toprak Razgatlioglu (Turkish Puccetti Racing) è settimo ad appena 0.140 secondi da Sykes, lo segue Sandro Cortese (GRT Yamaha WorldSBK) che piazza così la seconda Yamaha in classifica.

È stata una sessione formidabile dove i primi 12 piloti sono racchiusi in soli 0.821 secondi, e poco lontani dai loro riferimenti ci sono quattro piloti indipendenti. Tom Sykes è il terzo pilota ad essere il più veloce in pista in questa stagione dove Bautista e Rea si sono intercambiati il primato durante le sessioni svoltesi fino ad ora.

Al termine del primo giorno abbiamo già visto parecchio spettacolo, assicurati di non perdere nemmeno un istante dei prossimi appuntamenti in programma al Motul Dutch Round con VideoPass WorldSBK!

Per i risultati completi delle FP2 clicca QUI.
1.) Tom Sykes (BMW Motorrad WorldSBK Team) 1’35.414
2.) Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) 1’35.417
3.) Leon Haslam (Kawasaki Racing Team WorldSBK) 1’35.427
4.) Markus Reiterberger (BMW Motorrad WorldSBK Team) 1’35.442
5.) Michael can der Mark (Pata Yamaha WorldSBK Team) 1’35.445
6.) Alvaro Bautista (ARUBA.IT Racing – Ducati) 1’35.547

Fonte: worldsbk.com

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Загрузка...


Alfredo Di Costanzo

Alfredo Di Costanzo

http://www.iltabloid.it

Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *