Volata finale per il campionato nazionale di Serie A1 femminile di pallanuoto. L’F&D H2O, a quasi un mese dall’ultimo impegno ufficiale, torna in acqua e affronta il Torre del Grifo in trasferta. I siciliani sono il fanalino di coda, ed è uno scontro salvezza a tutti gli effetti. La squadra di Di Zazzo non deve fallire e portare a casa tre punti, sperando tuttavia nei risultati delle altre per alimentare il sogno della permanenza in categoria. A parlare è Sara Centanni, che presenta così il match di sabato.

Sara Centanni, alla vigilia di una delle partite cruciali della stagione, come procede la preparazione della gara?

Da quando abbiamo svolto l’ultima partita ci siamo tutte insieme concentrate sul match contro Torre del Grifo. Si tratta di una partita importante per noi. Crediamo nella salvezza.

Affronterete una squadra battuta nel match di andata, quali sono le contromisure giuste per uscire con i tre punti da Catania?

Loro sicuramente avranno voglia di fare una bella figura. Giocano davanti al loro pubblico… ma noi vogliamo fare punti. Servirà la cattiveria giusta e forse un pizzico di fortuna, cosa che ci è mancata sino ad adesso.

Si torna in acqua dopo un lungo stop, come avete vissuto il periodo di pausa del campionato?

Abbiamo affrontato grossi carichi di lavoro in modo da poter arrivare al top in questo finale di stagione.

L’F&D H2O è cresciuta, a livello di squadra, e può fare l’impresa in queste ultime tre partite?

Dipenderà purtroppo non solo da noi ma anche da quello che faranno le altre squadre. Noi ci crediamo e daremo il massimo per onorare al meglio il club.

Credi, personalmente, nei play out e quindi nella possibilità di salvezza?

Nella mia vita sono sempre stata abituata a stringere i denti. Combatteremo fino alla fine del campionato.