Suzuki Rally Cup apre il “Girone WRC” con il Rally 1000 Miglia


Suzuki Rally Cup apre il "Girone WRC" con il Rally 1000 Miglia




All’apertura della stagione rallistica di una settimana fa al Rally Il Ciocco e Valle del Serchio, primo round della Suzuki Rally Cup Girone “CIR”, fa seguito, nell’imminente fine settimana, il Girone “WRC” del monomarca che si corre con i modelli sportivi Suzuki SWIFT, nelle versioni 1.0 Boosterjet e 1.6 Sport, e BALENO.

Suzuki registra l’ennesimo successo di preferenze: le SWIFT che animano la serie monomarca della Casa di Hamamatsu sono tra le auto più ricercate e utilizzate dai giovani rallisti.

Quindici gli equipaggi a comporre l’eterogeneo schieramento

Quindici gli equipaggi a comporre l’eterogeneo schieramento in corsa per il trofeo al Rally 1000 Miglia, quattro gli attesi dai pronostici della vigilia: Coppe-Poloni, Pellè-Luraschi, Scalzotto-Rutigliano -ottimo terzo al Ciocco- e Schileo-Furnari.

La Suzuki Rally Cup 2019 si articola in dodici gare valide su asfalto: sei scelte tra i rally del Campionato Italiano Rally e sei tra i rally del CIWRC, con due calendari distinti che avranno una loro specifica classifica determinata dai risultati ottenuti in ogni singolo round. Delle sei prove di ogni singolo calendario, per formare le classifiche saranno sommabili i punteggi derivanti dai risultati conseguiti in cinque distinti round.




Al termine delle due serie di gare, che i concorrenti possono disputare contemporaneamente e concorrere per i relativi montepremi, è istituita una sfida finale al Rally di Como, che permetterà lo scontro diretto tra i piloti che abbiano preso la partenza ad almeno quattro dei dodici rally e piazzati nelle classifiche del calendario di gare nel CIR, oppure del CIWRC. Al traguardo della “finalissima” sarà assegnato il titolo di vincitore assoluto della 12° SUZUKI RALLY CUP, caratterizzato da un distinto montepremi.

Il format delle singole “gare” ricalcherà quanto sperimentato negli ultimi anni

Il format delle singole “gare” ricalcherà quanto sperimentato negli ultimi anni ed ha avuto elevato consenso, prevedendo una classifica a stralcio da quella ufficializzata ACI Sport, compilata dai punteggi derivanti dalla somma matematica di tutti i punti ottenuti nelle classifiche d’arrivo e nelle Power Stage.

Per ogni “Calendario” sono previste e premiate classifiche Piloti; Piloti Under 25; Navigatori; Over 50; Concessionari, quindi una classifica per la singola prova finale che premierà i primi tre piloti piazzati. In ultimo, Suzuki prevede anche un riconoscimento per chi si aggiudicherà il Campionato Italiano R1, istituito da ACI Sport, e che ha sempre visto primeggiare i piloti Suzuki.

La quarantatreesima edizione del Rally 1000 Miglia scatterà la sera di venerdì 29, mentre la gara entrerà nel vivo nella giornata di sabato 30 marzo, con le prove speciali di Moerna, Pertiche, Provaglio Valsabbia e San Michele, ripetute due volte per un totale di 121 chilometri cronometrati. Arrivo previsto a Salò, sul Lungolago Zanardelli, dalle 18.10



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*