Continua la marcia da primato della serie C Gold del San Nilo Grottaferrata basket. La formazione dei coach Stefano Busti e Matteo Apa ha vinto anche sul difficile campo dell’Alfa Omega per 91-79 al termine di una gara sempre condotta dai criptensi.

“Abbiamo avuto il merito di prendere un gap importante di 13 punti nel primo quarto e di fatto lo abbiamo conservato fino alla fine – è l’analisi del play/guardia classe 1999 Federico Rossi – Non è stata una gara semplice anche perché su quel campo (che era inviolato da circa tre mesi, ndr) ci hanno perso punti molte big di questo campionato, ma siamo stati bravi nella gestione. Inoltre siamo tornati a segnare tanto dopo un periodo di scarsa incisività sotto canestro, insomma ci sono stati segnali di ripresa dopo il leggero calo delle precedenti settimane”.

Anche lo stesso Rossi ha messo alle spalle un periodo personale un po’ complicato. “Ho dovuto combattere con una broncopolmonite che mi ha condizionato tra metà dicembre e metà gennaio. Ci ho messo un po’ per riprendere la migliore condizione, ma ora sto bene e posso dare il mio contributo a questa squadra”.

Il San Nilo Grottaferrata basket è ancora solitario in vetta e ha sempre sei punti di vantaggio su Formia (che però ha il vantaggio degli scontri diretti in caso di arrivo a braccetto). “Mancano otto partite e dunque per il matematico primato alla fine della stagione regolare ci servono ancora sei vittorie – dice Rossi – Non abbiamo un calendario semplice, ma la squadra ha dimostrato in questi mesi di poter fare una striscia di questo tipo. Formia, forse, ha un compito più agevole nelle ultime otto partite e può anche fare filotto, ma non è così scontato”.

Nel prossimo turno la squadra castellana sarà ancora di scena in trasferta. “Faremo visita alla Smit e sarà una gara molto simile a quella con l’Alfa Omega. Un avversario spigoloso e un campo non semplice da violare, ma la nostra condizione generale è di nuovo in crescita e cercheremo di avere un approccio simile a quello dell’ultima partita per mettere gli avversari di turno in difficoltà”.