Sta diventando una sorta di tormentone per il Rocca Priora Calcio il recupero della sfida col Torpignattara. La squadra di mister Paolo Lunardini avrebbe dovuto giocare ieri pomeriggio la sfida saltata per maltempo il 18 novembre scorso e poi oggetto di un ricorso (alquanto discutibile) da parte della squadra ospite, ma stavolta una breve nevicata ha convinto il comitato regionale a rinviare d’ufficio il match a poche ore dalla disputa dell’incontro.

«Guardiamo il lato positivo, abbiamo risparmiato un po’ di fatica infrasettimanale» dice con un sorriso Simone Perugini, centrocampista classe 1986 che è stato tra i protagonisti della bella cavalcata del Rocca Priora nella passata stagione. «In ogni caso la squadra è cresciuta molto rispetto a inizio campionato quando aveva delle difficoltà. Nell’ultimo campionato abbiamo raggiunto un piazzamento in Coppa Lazio di tutto rispetto, il nostro obiettivo dichiarato è stato sempre quello di provare ad arrivare un po’ più in alto, ma al momento non vogliamo fare calcoli o proclami». Domenica scorsa il Rocca Priora ha pareggiato 0-0 sul campo del Crystal Pioda.

«Abbiamo affrontato una squadra giovane e ben organizzata, sono convinto che su quel campo in pochi riusciranno a vincere. La partita è stata abbastanza equilibrata, anche se noi abbiamo avuto delle occasioni più nitide per portare a casa l’intero bottino. Un po’ di rammarico rimane per non essere riusciti a vincere, ma abbiamo comunque allungato una striscia positiva che ci aveva visto conquistare i tre punti nelle precedenti quattro partite». Nel prossimo turno il Rocca Priora ospiterà la Roma VIII al “Montefiore”.

«All’andata fu una delle nostre peggiori partite e perdemmo 5-1. Ma, come detto, questa squadra è cresciuta molto rispetto all’inizio del campionato. Conosco un paio di giocatori della Roma VIII e a livello di squadra mi fecero una buona impressione, ma sono convinto che non sarà la stessa partita» conclude Perugini.