Gattuso: “Contro il Torino ci aspetta una partita impegnativa”

 Gattuso: “Contro il Torino ci aspetta una partita impegnativa”


Nuova vigilia verso un’altra partita a San Siro. Milan-Torino è alle porte e a Milanello, prima della rifinitura della squadra e dei convocati rossoneri, è in programma la conferenza stampa di Mister Gattuso. Tutte le sue dichiarazioni, in vista della 15° giornata di Serie A, verranno trasmesse in diretta su e Milan TV a partire dalle 14.30.

LE DUE PUNTE
“Stiamo facendo di tutto per far giocare insieme Cutrone e Higuain. Dobbiamo cercare di trovare l’equilibrio sul campo. Non contano gli uomini offensivi ma la voglia di sacrificarci”.

SULLA SQUADRA
“Se questa squadra è cresciuta è merito della strada che stiamo seguendo. Non lasciamo niente al caso, lavoriamo sempre con grande voglia e attenzione. Domani servirà grande senso di appartenenza, perché è questo il segreto del Milan. Vista l’età di tanti del nostro gruppo, possiamo veramente svoltare. Giocarcela con le grandi alla pari? Ce lo dirà il campo e soprattutto il tempo. A livello di mentalità e di gruppo siamo in costante crescita. È normale che per avvicinarsi alle big servirà proseguire su questa strada, ma già da ora si respira un’aria nuova con una società che ha il desiderio di fare cose importanti”.

HIGUAIN
“Dobbiamo essere bravi a capire la sua importanza. Il Pipita non sarà mai un problema perché è un campione e sa giocare a calcio. Lui deve solo concentrarsi ad aiutare la squadra, senza pensare al gol. Quelli arrivano”.

PAQUETÁ
“Lucas arriverà domani, starà con noi e farà dei test e poi sarà nostro dai primi di gennaio. Viene a vedere la città, parleremo di lui più avanti”.

INFORTUNATI
“Sia Musacchio che Romagnoli hanno fatto l’ultima risonanza quattro giorni fa. Hanno ripreso a correre, questo è un buon segno. Vediamo settimana prossima”.

IBRAHIMOVIC
“Ci sono Leonardo, Maldini e Gazidis, fate le domande a loro su Ibra. Io devo pensare all’attualità, a Borini che ha un fastidio alla caviglia, a come far rendere al massimo i miei attaccanti. A tutto il resto ci pensa la dirigenza”.

SINGOLI
“Bakayoko mi sta piacendo, sia per fisicità che per il suo modo di muoversi. Adesso sta facendo bene, non gli manca nulla ma deve andare avanti così. Su Calhanoglu sapete cosa penso, può e deve fare molto di più perché ha corsa, balistica, ed è intelligente”.

DIFESA
“Mi piacerebbe giocare a tre domani. Abbiamo tante idee in testa, e nella rifinitura proveremo due o tre soluzioni”.

SULL’INTER
“Non penso al sorpasso su di loro, la mia testa è proiettata sulla sfida di domani. L’Inter è una squadra forte, lo sta dimostrando anche in Champions League. Stare al loro passo può essere per noi uno stimolo in più. Io penso solo a migliorare la mia squadra e a finire tra le prime quattro”.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Alfredo Di Costanzo

Alfredo Di Costanzo

http://www.iltabloid.it

Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *