“Siamo stati ingenui questa sera e per questo motivo siamo rimasti in dieci uomini. Nella ripresa siamo tornati bene in campo, mancando anche un’occasione importante che ci avrebbe consentito di agguantare per la seconda volta la parità. Anche se fossimo rimasti in dieci, ci sarebbe stata partita. Dovevamo fare più attenzione, abbiamo giocato in un campo molto caldo nel quale l’Eintracht offre sempre ottime prestazioni.

La gara è stata chiusa dall’espulsione ingiusta di Joaquin Correa da parte dell’arbitro. Considerando il pareggio maturato tra Apollon e Marsiglia, con un risultato positivo questa sera avremmo portato punti importanti in classifica; accettiamo la sconfitta, ma analizzeremo ciò che non è andato. Non dovevamo concedere un gol su palla inattiva in occasione dell’1-0 e l’espulsione nel finale del primo tempo. Non avremmo potuto fare di meglio in nove uomini e, dopo l’1-1 di Parolo siamo rimasti in partita anche dopo lo svantaggio di Kostic, ma il match è passato in archivio con l’espulsione di Correa che, forse, avrebbe meritato al massimo un giallo.

In campo europeo ed italiano nessun avversario regala niente, ora analizzeremo queste due sconfitte consecutive : sarà importante il doppio confronto con il Marsiglia, ma sarebbe stato importante fare punti questa sera per portarci avanti in classifica. Dobbiamo credere in quello che facciamo: queste ultime due sconfitte sono arrivate stranamente, questa sera è stato difficile esprimerci in 9 ed abbiamo speso molte energie. Sono sicuro che i ragazzi ripartiranno già da domenica”.