A Milanello è la vigilia di , la nostra quinta giornata di Serie A. Prima della rifinitura e dei convocati, nel pomeriggio, si è svolta la conferenza stampa di Rino Gattuso. Dichiarazioni importanti da parte del Mister, in diretta su Milan TV e , verso il ritorno a San Siro dopo il pareggio di Cagliari e la vittoria esterna in Europa League.

SULL’ATALANTA
“L’Atalanta è diventata una realtà della Serie A, hanno caratteristiche precise e sono rognosi. Avranno voglia di reagire dopo le ultime due sconfitte. Dovremo giocare una grandissima partita, tenendo botta. Non mi fido di Gasperini, prendono sempre la stessa tipologia di giocatori per essere sempre in campo in un certo modo. Ti stanno addosso, dovremo metterli in difficoltà”.

LA PRESTAZIONE IN EUROPA LEAGUE
“Prima della partita contro il Dudelange ero preoccupato, perché loro avevano battuto buone squadre prima di affrontarci. Non hanno grandi risorse ma potevano renderci la vita complicata, abbiamo anche cambiato tanto e non era facile. Potevamo fare meglio, ma contava vincere. Ho cambiato tanto perché credo in tutti i giocatori di questa squadra, tutta la rosa mi dà grande affidabilità”.

IL CAMPIONATO E LA SQUADRA
“Adesso pensiamo solo all’Atalanta, poi all’Empoli e al Sassuolo. Ieri li ho visti giocare e saranno avversari molto difficili da battere. A Cagliari abbiamo commesso tanti errori, ma il più grave è stato l’approccio. Mancano ancora tantissimi punti, ovviamente se riusciamo a non perderne per strada in questo periodo è meglio. Ogni partita è importante, non dobbiamo lasciare nulla al caso”.