Gattuso: “Avversario e campo difficili, servono 90′ al massimo”

 Gattuso: “Avversario e campo difficili, servono 90′ al massimo”


IL CAGLIARI
“Domani giochiamo contro una squadra molto difficile in un campo molto difficile, il Cagliari ci potrà dare molto fastidio e ci vorrà una grande partita. L’ambiente sarà bello tosto, la squadra dovrà saper soffrire e metterci il fisico. Voglio vedere grandissima attenzione, tenendo sempre botta. Pavoletti è tra i più forti di testa in Serie A. Barella è un prospetto molto interessante, mi piace, se n’era anche parlato per il nostro calciomercato”.

MASSIMA CONCENTRAZIONE
“I complimenti non mi piacciono tantissimo, è da dieci giorni che sento solo complimenti dopo una buona prestazione e dobbiamo metterli da parte. Dobbiamo tenere alto il livello per 90′. Contro la Roma abbiamo giocato un grande match ma abbiamo anche rischiato di perderla”.

SQUADRA E MODULO
“Oggi la mia più grande difficoltà è capire chi far scendere in campo, perché tutti ci mettono grande impegno e mi mettono in difficoltà nelle scelte. Se avessimo avuto più giocatori a Milanello durante la sosta potevamo provare qualcosa di nuovo e diverso a livello di modulo, ma non è stato possibile e a me non piace improvvisare”.

LEADER
“A Higuain piace fare gol, vuole sempre buttarla dentro e quando non ci riesce inizia a innervosirsi: questo fa capire che campione è. Ci sta dando tanto e ha grande coerenza, si fa voler bene e si comporta da leader. Se i nuovi arrivati dicono di sentirsi a casa è merito dei giocatori, non mia o dello staff. Romagnoli è cresciuto tanto, Reina è un leader incredibile”.

GIGIO DONNARUMMA
“Deve trovare continuità, mi aspetto tanto. Deve continuare così, ha un grande professionista come Reina dietro di lui e se lo osserva può fare dei grandi miglioramenti. Ha avuto un allenatore che l’ha fatto crescere per diversi anni, quest’anno qualcosa è cambiato sulla metodologia, deve lavorare e ascoltare il meno possibile le voci mediatiche”.

ALTRI SINGOLI
“Caldara sa quello che deve fare, sa la sua bravura. Ha una grande intelligenza e mentalità, è un grande professionista: per me non è un problema, anzi, può darci una grandissima mano e ha la mia totale fiducia. Dispiace per Cutrone, credo non sia niente di grave e spero di recuperarlo per l’Europa League. Possiamo anche giocare con il falso nueve, abbiamo Borini come opzione in più da punta. Non pensiamo a un sostituto di Biglia da prendere a gennaio, abbiamo Bertolacci e Mauri e quando ne abbiamo bisogno li proviamo nel ruolo di Lucas. Bakayoko deve studiare e imparare bene i movimenti, si sta impegnando molto. Ci vuole un sacrificio in più da parte sua, deve anche imparare presto la lingua”.

IL COMPLEANNO DI SAVICEVIC
“Savicevic scriveva quando giocava, sembrava non arrivare sul pallone e poi con la punta la spostava e ti saltava. Un grande campione, ha fatto un gol fantastico in Finale di Champions League e ha vinto la Champions ad Atene come me”.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Alfredo Di Costanzo

Alfredo Di Costanzo

http://www.iltabloid.it

Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *