Moto2: la gara del Forward Racing Team

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
La domenica del Gran Premio di San Marino e Riviera di Rimini ha vissuto parecchi colpi di scena, classici per una corsa così sentita e importante.
Dopo un Warm Up sfruttato per scegliere con quale gomma disputare la gara, Stefano Manzi ha interpretato con determinazione la prima metà di gara, arrivando, con una grande rimonta, fino alla undicesima posizione. Battagliando per la zona punti, con un passo decisamente veloce, il pilota di casa ha dovuto, però, fare i conti con il comportamento antisportivo di un pilota avversario che gli ha compromesso la prestazione, facendogli terminare anzitempo una gara fin lì perfetta.
L’appuntamento è fissato per la prossima tappa ad Aragon, tra due settimane, quando i due piloti del Forward Racing  Team torneranno nuovamente in pista per quattordicesima tappa di Campionato.
Stefano Manzi – Pilota

“E’ un vero peccato finire la gara di casa in questa maniera, anche perché stamattina nel Warm Up avevamo lavorato bene: abbiamo provato le gomme di diversa mescola, scegliendo quella morbida, ed eravamo preparati per una buona partenza. In gara stavo girando abbastanza veloce ed ero in undicesima posizione, poi però, a causa dei vari contatti, la mia corsa è finita prima del previsto, e questo mi è dispiaciuto molto. Ora con la squadra analizzeremo quanto fatto durante il weekend, con lo scopo di fare un ulteriore passo avanti ad Aragon”.
Giovanni Cuzari – Team Owner

“ E’ risaputo che il Gran Premio di Misano, per quanto sentito per la sua importanza, è sempre ricco di colpi di scena. Stefano stava correndo un’ottima gara, con grande grinta e compiendo una buona partenza: tutto quanto perfetto, finché ha avuto un contatto con un pilota, per il quale è finito nella ghiaia, perdendo sei posizioni. Non si è dato per vinto, tornando a battagliare per raggiungere la zona punti, ma purtroppo il comportamento antisportivo di un concorrente ha condizionato la sua gara, facendola terminare anzitempo. E’ un vero peccato vedere un finale di corsa del genere, sia per il grande lavoro svolto dalla squadra, che per la prestazione di Stefano che meritava ben altro. Isaac, invece, ha dovuto alzare bandiera bianca nella giornata di ieri per il forte dolore al gomito operato: speriamo che possa recuperare al meglio in questi dieci giorni che ci dividono da Aragon, così da gareggiare con la giusta condizione fisica. Ringrazio tutti gli sponsor e partner che ci hanno tenuto compagnia in questa tre giorni a Misano: dispiace perché anche loro, come noi, avrebbero meritato soddisfazioni maggiori”.
Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Never miss any important news. Subscribe to our newsletter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Never miss any important news. Subscribe to our newsletter.

Recent News

Editor's Pick