Gattuso: “Più carattere e meno errori, bisogna fare punti”





Altra vigilia importante a Milanello. , la nostra prima volta a nella nuova Serie A, sarà una partita da non sbagliare. Ma sopratutto da preparare nei minimi dettagli, come ha fatto la squadra in questa settimana. Nella conferenza stampa delle 15.30 Mister Gattuso ha tratto le somme della settimana di lavoro e caricato l’ambiente. Queste le principali parole di Rino, in diretta su Milan TV e anche su .

LA PARTITA
“La Roma ha cambiato tanto, noi dobbiamo credere in quello che facciamo. La carica dobbiamo trovarla tra di noi quando scendiamo in campo, per caricarci bastano gli obiettivi che abbiamo da raggiungere. La Roma ha gente veloce, bisognerà fare grande attenzione a Dzeko e alle palle inattive. A livello tecnico valiamo i primi quattro posti, ma dobbiamo ancora diventare squadra a livello di carattere e mentalità. Bisogna cominciare a fare punti”.

REAZIONE
“Arriviamo da una sconfitta che brucia, ma ci siamo allenati con tanta intensità. Voglio rivedere i 55′ di Napoli, perché non è tutto da buttare. Dobbiamo migliorare nell’interpretazione della partita, dobbiamo rimanere sempre in gara: a livello mentale non possiamo uscire dal campo, domani giocheremo a casa nostra e dovremo rimanere 95 minuti sul pezzo. Non possiamo fare certi errori. Questa squadra ha qualità e non ha problemi di palleggio, le difficoltà arrivano a campo aperto”.

I SINGOLI
“Sono molto soddisfatto della prestazione di Higuain a Napoli, va servito di più e meglio: Calhanoglu può dargli una grossa mano nelle giocate. Biglia può migliorare, ma tatticamente è fondamentale. Caldara titolare? Vediamo domani. Sono contento di Bakayoko e dei nuovi acquisti, ovviamente ci vuole del tempo. Laxalt può fare tutti i ruoli della fascia, ha grande dinamismo. Donnarumma non ha colpe sui gol presi a Napoli, forse poteva fare di più sul 2-2 ma la palla è stata deviata”.






Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 5305 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*