Rea conclude i test davanti a tutti nel caldo portoghese

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) non ha perso tempo nella seconda giornata di test ufficiali a Portimao e si è portato davanti a tutti. Il campione in carica è stato quasi mezzo secondo più veloce di tutto il resto del gruppo in condizioni di caldo estremo e, con il tempo di 1.41.192, ha battuto il record della pista in sella alla ZX-10RR.

Per il Pata Yamaha Official WorldSBK Team è stata una giornata fruttifera, Alex Lowes e Michael van der Mark hanno chiuso in seconda e terza posizione rispettivamente, mettendo insieme più di 250 giri nei due giorni di test. Lowes, caduto due volte, ha ottenuto il tempo di 1.42.140 lavorando sulle nuove Pirelli. Van der Mark, che aveva lo stesso programma del compagno di squadra, ha fermato il cronometro sull’1.42.182 ed entrambi hanno lavorato anche in previsione del 2019.

Marco Melandri (Aruba.it Racing – Ducati), più veloce nel primo giorno, ha macinato più giri di chiunque altro, concludendo la seconda giornata con il tempo di 1.42.254. Sia Melandri sia Davies, che si preparano a correre gli ultimi Round in sella alla Panigale R, hanno lavorato sul setup per le Pirelli nell’ultima giornata. I due hanno fatto degli stint brevi e hanno approfittato delle condizioni del pomeriggio per lavorare sodo, chiudendo in quarta e quinta posizione rispettivamente.

Gli altri piloti Ducati Xavi Fores (BARNI Racing Team) e Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati) hanno completato due giorni di test molto produttivi sulla Panigale R, finendo in sesta e decima posizione rispettivamente. Fores ha lavorato nonostante non stesse bene fisicamente, quindi le due giornate sono state più complicate e ha lavorato sul passo della Superpole in mattinata. Rinaldi ha svolto lo stesso programma del duo ufficiale, facendo stint con le Pirelli.

Lorenzo Savadori (Milwaukee Aprilia) ha trovato dei miglioramenti chiudendo in settima posizione e avendo lavorato anche lui con le gomme più grandi fornite da Pirelli. Ha completato 140 giri ottenendo il tempo di 1.42.713 come miglior crono e questo lo ha messo in condizioni più stabili in vista della gara di settembre. Eugene Laverty (Milwaukee Aprilia) ha messo a segno 146 giri finendo il undicesima posizione, per lui i test sono stati complicati.

Finale difficile anche per il Red Bull Honda World Superbike Team, Leon Camier è stato costretto a saltare l’ultima giornata a causa di un dolore alla schiena, a seguito dell’infortunio ai test della 8 Ore di Suzuka. Ma la squadra era arrivata lunedì per dei test privati ed il britannico aveva lavorato molto sulla nuova moto. Oggi ha chiuso in ottava posizione con il tempo di 1.42.718 e 74 giri completati. Il compagno di squadra Jake Gagne non ha disputato il secondo giorno per far posto al connazionale PJ Jacobsen, ma i due hanno finito la giornata insieme chiudendo in tredicesima e quindicesima posizione rispettivamente.

Jordi Torres (MV Agusta Reparto Corse) continua a lavorare con la moto italiana per fare dei passi in avanti dato che è arrivato nel 2018 nel team. È stata una giornata impegnativa per la squadra, che ha lavorato sul forcellone, sul telaio e sull’ammortizzatore, così come sull’elettronica. Ha chiuso in nona posizione con il tempo di 1.42.800.

Fonte: worldsbk.com

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Never miss any important news. Subscribe to our newsletter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Never miss any important news. Subscribe to our newsletter.

Recent News

Editor's Pick