Dopo il comunicato di Red Bull Formula 1 che confermava che il pilota Daniel Ricciardo e la squadra austriaca si separavano arriva immediato l’annuncio che la Renault, tra le case più gloriose della mondiale F1 ha ingaggiato il pilota australiano e che sarà il loro pilota ufficiale. La conferma arriva con un comunicato stampa rilanciato da tutti i social con cui Renault delinea la squadra 2019 che sarà formata da Danile Ricciardo e Nico Hülkenberg.

Formula 1, la Renault conferma di aver ingaggiato Ricciardo

Il team Renault Sport Formula One è lieto di confermare che Daniel Ricciardo si unirà al team della stagione 2019. Si allineerà con l’attuale pilota Nico Hülkenberg.

Il ventinovenne Daniel, che proviene da Perth, in Australia, si unisce alla Renault Sport Formula One Team per le prossime due stagioni.

Daniel ha ottenuto sette vittorie in Gran Premi e sale sul podio 29 volte. Ha già molta dimestichezza con la famiglia Renault, avendo guidato in Renault Junior Series tra il 2007 e il 2011 ed è stato azionato dai motori Renault in F1 dal 2014.

Jérôme Stoll, presidente, Renault Sport Racing

La Renault ha deciso di tornare in Formula 1 per lottare per il Campionato del Mondo. La firma di Daniel Ricciardo rappresenta un’opportunità unica per il Gruppo Renault per raggiungere questo obiettivo da non perdere. Diamo il benvenuto all’arrivo di Daniel nella nostra squadra, ancora in fase di preparazione, ma più motivato che mai.

Cyril Abiteboul, Amministratore delegato, Renault Sport Racing

La firma di Daniel sottolinea la nostra determinazione ad accelerare i nostri progressi verso l’avanguardia dello sport. È anche un riconoscimento del lavoro compiuto nelle ultime due stagioni e mezzo. Il talento e il carisma indiscussi di Daniel sono un enorme bonus e una dichiarazione per il team. Dovremmo ripagare la sua fiducia consegnando la migliore auto possibile. Gli diamo il benvenuto nel nostro team  per il 2019 con un grande orgoglio, ma anche con umiltà.

Daniel Ricciardo

Probabilmente è stata una delle decisioni più difficili da prendere nella mia carriera fino ad ora, ma ho pensato che fosse giunto il momento per me di affrontare una nuova sfida. Mi rendo conto che ci vorrà molto tempo per permettere alla Renault di raggiungere l’obiettivo di competere ai massimi livelli, ma sono rimasto impressionato dalla loro progressione in soli due anni, e so che ogni volta che la Renault è stata in formula 1 alla fine hanno vinto. Spero di essere in grado di aiutarli in questo viaggio e contribuire dentro e fuori la pista.