È stata una sosta pasquale di grande fermento per il Football Club Frascati. La società del
presidente Stefano Lopapa e del direttore generale Claudio Laureti ha organizzato la
prima edizione del “Città di Frascati Cup”, evento che il club ha voluto legare alla memoria
di Andrea Grossi, sfortunato ragazzo tuscolano scomparso nel 2001 all’età di 12 anni.

È stata proprio una toccante cerimonia di intitolazione del campo “Spinoretico” ad Andrea
Grossi, celebratasi venerdì scorso alla presenza del sindaco di Frascati Roberto Mastrosanti,
del delegato allo sport Claudio Marziale e del presidente del Consiglio Franco D’Uffizi oltre
a tanti altri rappresenti del Consiglio e della Giunta, a far aprire il sipario sulla
manifestazione che si è svolta allo stadio “Otto Settembre” nei giorni di sabato, della
domenica di Pasqua e del lunedì di Pasquetta.

Il torneo ha visto come protagoniste le categorie dei Pulcini primo e secondo anno (anni di nascita 2007 e 2008) e la formula ha visto confrontarsi quattro squadre in un girone all’italiana per poi procedere (nella mattinata di Pasquetta) con le finali per il primo e per il terzo posto. Nella categoria maggiore, il Rocca Priora ha dominato il girone e poi si è andato ad imporre in una combattuta finale sul Torrenova per 4-3.

Positivi i riscontri dai padroni di casa del Football Club Frascati allenati da Fabrizio De Bernardinis, terzi nel girone e poi vincitori della “finalina” contro i “cugini” del Frascati con un prezioso 2-1. Nella categoria 2008, invece, a dominare è stata l’Unicusano che ha vinto il girone e poi in finale ha confermato la propria superiorità imponendosi sul Casilina per 3-0.

Non è riuscita ad evitare l’ultima piazza, invece, la squadra di casa allenata da Giancarlo Ceccarelli che si è dovuta inchinare alla Libertas Centocelle nella “finalina” per il terzo posto. Al termine delle quattro finali, si è proceduto comunque a una premiazione di tutti i partecipanti.

Le dichiarazioni di Claudio Laureti

«Siamo soddisfatti di come sono andate le cose dal punto di vista organizzativo e del divertimento dei ragazzi – ha commentato Laureti – Ringraziamo tutte le società che sono intervenute, il Comune di Frascati che ha patrocinato l’evento e anche la famiglia Grossi, di cui abbiamo apprezzato l’umanità e la forza d’animo: credo che questo torneo sia stato davvero un bel modo di ricordare la figura di Andrea. Questo è indubbiamente un punto di partenza perché abbiamo intenzione di ampliare e dare continuità a questa manifestazione anche nei prossimi anni».