E’ contento per la Finale raggiunta Mister Allegri, che a fine della sfida contro l’Atalantaelogia i suoi ragazzi: «Complimenti a loro, perchè hanno centrato l’obiettivo della Finale e al momento anche quello di essere in tutte le competizioni. Adesso, testa al campionato, venerdì andiamo a Roma e poi cerchiamo di giocarci nelle migliori condizioni la partita di Londra».

L’ANALISI DEL MATCH

Spiega Allegri: «All’inizio abbiamo avuto qualche difficoltà specialmente nelle chiusure esterne. Loro imbucavano palla fra le linee e noi non chiudevamo i passaggi. Avevamo pensato la gara in modo da appoggiarci sul centravanti: sapevamo che l’Atalanta marcava a uomo a centrocampo e che quindi dovevamo muoverci molto».

Chiave di volta la crescita di Douglas Costa nella ripresa: «Ha spaccato la partita, giocando maggiormente “sotto la punta” e dietro i loro mediani in fase di costruzione, e partendo maggiormente da esterno».

RIENTRI E BUONE PRESTAZIONI

«Sono contento per Dybala, che sta rientrando bene, ha la testa giusta e sono convinto che sarà un valore aggiunto da qui a fine stagione, in questo periodo di partite molto importanti». Ma, aggiunge il Mister, «Sono soddisfatto anche per le prestazioni di Matuidi, molto importante perché dà pressione e alza la squadra, per Khedira che è tornato in campo e per la buona partita di MarchisioHiguain? Non volevo rischiarlo, vedremo per Roma».

«Sono contento per Dybala, che sta rientrando bene, ha la testa giusta e sono convinto che sarà un valore aggiunto da qui a fine stagione, in questo periodo di partite molto importanti». Ma, aggiunge il Mister, «Sono soddisfatto anche per le prestazioni di Matuidi, molto importante perché dà pressione e alza la squadra, per Khedira che è tornato in campo e per la buona partita di Marchisio. Higuain? Non volevo rischiarlo, vedremo per Roma».

TESTA AI PROSSIMI IMPEGNI

Ribadisce Allegri: «Adesso testa al campionato e concentrazione, dopodichè andiamo a Londra per una sfida che non è un’ossessione: abbiamo voglia di mostrare quello chesappiamo fare all’Europa, in un palcoscenico importante»