Arianna Fontana, trionfatrice alle Olimpiadi di Pyeongchang, con le tre medaglie conquistate, è rientrata ieri sera in Italia. Insieme a lei la compagna di squadra, in Nazionale e in Fiamme Gialle, Martina Valcepina, con la quale ha condiviso l’argento in staffetta. Le due campionesse sono sbarcate a Fiumicino con un volo proveniente da Seoul, entrambe in transito prima di proseguire con altro volo per Milano Malpensa. In aeroporto, ad attendere le due atlete, i colleghi del Centro Sportivo della Guardia di Finanza, guidati dal Comandante, Gen.B. Raffaele Romano, insieme a quelli dello scalo aeroportuale romano, con il loro Comandante, Col. Ernesto Bruno.

Arianna Fontana e Martina Valcepina, orgoglio tutto italiano

I colleghi  hanno voluto approfittare della breve sosta  per trasmettere ad Arianna e Martina affetto e orgoglio  per la comune appartenenza al Corpo. Il Generale Romano ha omaggiato Arianna e Martina di due splendidi mazzi di fiori, e ha rinnovato loro, a nome del Gen. C.A. Giorgio Toschi,  Comandante Generale della Guardia di Finanza, e di tutti i colleghi delle Fiamme Gialle, le congratulazioni per le loro  imprese sulla pista di ghiaccio coreana e per le emozioni che hanno saputo regalare agli sportivi italiani.

I Finanzieri in servizio all’aeroporto hanno inoltre voluto festeggiarle con una simpatica torta, con la dedica  “Ad Arianna e Martina, le Fiamme Gialle con affetto”, inframmezzata  dall’immagine delle due pattinatrici che sventolano il tricolore al termine delle loro gare. Le campionesse dello short track erano attese dai rappresentanti della stampa, e dopo le interviste di rito, piacevolmente sorprese e visibilmente commosse dall’accoglienza dei colleghi, hanno festeggiato  insieme  a loro le medaglie olimpiche con il classico taglio della torta e un brindisi beneaugurante per i prossimi impegni. Ovviamente riconosciute dai passeggeri in transito, Arianna e Martina  si sono volentieri concesse ai selfie e alle foto ricordo.