“Quando si prende gol così è inevitabile restare con l’amaro in bocca, dobbiamo lavorare meglio”. È questo il commento a caldo di Luciano Spalletti dopo il pareggio dello stadio “Mazza” tra Spal e Inter. “Anche quando abbiamo vinto abbiamo avuto dei momenti in cui non riuscivamo a sviluppare le nostre qualità. Dobbiamo trovare un equilibrio di comportamento, un’omogeneità di mentalità”.

“L’avevamo sbloccata, abbiamo avuto delle situazioni per raddoppiare, ma abbiamo fatto delle scelte non fluide. Quando si è creata una partita più fisica non siamo stati al loro livello. Manca qualcosa quando si fanno questi risultati, ma non c’è una causa concreta. In alcuni momenti facciamo bene tutto, in altri sbagliamo tutto. Dobbiamo sporcarci le mani per dimostrare chi siamo”.

“Abbiamo fatto fatica a trovare spazi, facendo girare troppo lentamente il pallone, nonostante ci fosse la possibilità di sfruttare meglio le nostre qualità nelle scelte. Nel finale non siamo stati all’altezza della situazione nel prendere la forma del contesto che si era creato. Dobbiamo lavorare meglio e trovare più soluzioni, senza diventare timidi e timorosi”.

“Il momento non ci aiuta, perché ci costringe a giocare con più tensione e più difficoltà nelle scelte, ma ci vuole più forza e più autostima. Serve una reazione forte”.