Rugby a 13, Lirfl, Barone: “I Gladiators hanno voglia di tornare a riempire la bacheca”

 Rugby a 13, Lirfl, Barone: “I Gladiators hanno voglia di tornare a riempire la bacheca”


Sono sicuramente la squadra più titolata del rugby a 13 italiano. I Gladiators Roma hanno fatto la storia nei primi anni di campionato e Coppa Italia organizzati dalla Lega Italiana Rugby Football League (Lirfl), ma da qualche tempo (loro malgrado) hanno solo visto festeggiare gli avversari. «Siamo vogliosi di tornare a riempire la bacheca con qualche trofeo» è la “minaccia sportiva” di Alessio Barone, fresco debuttante con la maglia dell’Italia (a 39 anni suonati) nella recente spedizione azzurra in Pakistan e punto fermo del club capitolino.

Rugby a 13, i Gladiators squadra competitiva

«Abbiamo una squadra competitiva e da gennaio cercheremo di allenarci ogni lunedì per
arrivare pronti alla finale in data unica del 3 febbraio prossimo. Finora non è stato possibile
farlo perché nel nostro team ci sono ragazzi che arrivano anche dalla provincia di Roma e
non siamo riusciti ad organizzarci». Barone è sicuramente l’elemento di maggior esperienza
dei Gladiators tanto che nel club capitolino potrebbe svolgere anche il ruolo di player-
manager. «Allenare mi piace e lo faccio già nel rugby a 15 con alcuni gruppi giovanili –
rimarca Barone – Comunque se servirà sono a disposizione, senza rinunciare al campo».
L’estremo classe 1978 sta comunque pensando al passo d’addio per ciò che concerne il
rugby giocato. «Nel XV molto probabilmente questo sarà il mio ultimo anno: attualmente
gioco con la Primavera in serie C2 e mi riesce difficile mantenere l’impegno. Forse il discorso
per il rugby a 13 potrebbe essere diverso, essendo meno “pressante” la richiesta di
allenamenti o gare ufficiali. Valuterò alla fine della stagione».

Voglia di conquistare la coppa Italia 2018

Intanto nella sua testa e in quella dei Gladiators c’è la voglia di conquistare la Coppa Italia
2018 che ha subito una vera e propria rivoluzione nella formula di quest’anno. «Sono state
eliminate le fasi preliminari per giocare direttamente la finale in campo neutro. Una scelta
giusta che regalerà una bella esperienza a tutte le squadre partecipanti – dice Barone – Per
me, che sono siciliano d’origine, sarà bello sfidare i conterranei della Clc Messina e altre
squadre che in passato non abbiamo avuto modo di affrontare per la diversa formula della
Coppa».

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Avatar

Emanuele Bompadre

Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *