Il Milan perde altri punti preziosi per strada, nella 34° giornata di campionato, non andando oltre il pareggio a Crotone: allo stadio Scida termina 1-1, frutto di una partita equilibrata e accesa fino al 90′. I rossoneri non possono certo essere soddisfatti, nonostante la prestazione in crescendo nella ripresa e un superlativo Donnarumma, dopo essere andati ancora una volta sotto nel punteggio (gol di Trotta all’8′) e senza riuscire a concretizzare le chance di vittoria. È stata di Paletta, al 5′ della ripresa, la rete che ha rimesso in piedi la gara, ma nel complesso pesano l’approccio non impeccabile e la qualità ridotta delle giocate nei momenti decisivi. Il Diavolo, anche contro i calabresi – sempre in lotta salvezza -, ha graffiato poco in attacco: l’ingresso di Bacca e le due punte non sono bastate per battere Cordaz e compagni. In classifica il Milan rimane al sesto posto (59 punti), in piena zona Europa, a -5 dall’Atalanta e -8 dalla Lazio.

CRONACA
Parte forte il Crotone, che già al 2′ costringe Donnarumma alla grande parata sulla punizione di Barberis. All’8′ arriva il gol dei padroni di casa grazie a Trotta, bravo ad avere fisicamente la meglio su Zapata e a segnare con un sinistro secco. La squadra di Mister Montella perde qualche pallone di troppo in avvio: al 17′ e al 25′ è ancora Trotta a rendersi pericoloso. Il Diavolo cresce dopo la mezz’ora, trascinato soprattutto dalle azioni di Suso che al 41′ e al 43′, sempre di destro, viene fermato da un super Cordaz. Al 2′ della ripresa Gigio è miracoloso sul rasoterra di Trotta. Dal possibile 2-0 all’1-1 firmato al 5′ da Paletta che di coscia, sottoporta e in mischia, riesce a spingere dentro dopo la torre di testa di Kucka. Al 7′ Lapadula ha un’enorme occasione, ma la sua deviazione quasi a porta vuota viene allontanata sulla linea da Rosi. Un attento Cordaz, poi, nega la gioia sia a Kucka al 16′ che a Deulofeu al 29′. Nel finale il Milan rimane in dieci – espulso Kucka – e non riesce mai a sfondare.