La Sampdoria passa a San Siro

 La Sampdoria passa a San Siro


La Sampdoria supera l’Inter a San Siro 2-1 nell’ultima gara della trentesima giornata. Una sconfitta che allontana i nerazzurri dal sogno del terzo posto, mentre i blucerchiati salgono a 44 punti, andando ad occupare in solitaria il nono posto. L’Inter prova a fare la partita e spreca in avvio con Candreva una buona occasione, ma il primo squillo è di Quagliarella che dalla distanza coglie il palo alla sinistra di Handanovc poco prima della mezz’ora, al primo vero tiro degli ospiti. I nerazzurri reagiscono subito e al 35′ D’Ambrosio, con un tiro deviato da Bereszynski, porta in vantaggio la squadra di Pioli. Gli ospiti non ci stanno e con Bruno Fernandes trovano il secondo legno della partita. Ad inizio ripresa i liguri trovano il meritato pareggio con Schick che appoggia in porta un colpo di testa di Silvestre indirizzato verso il palo. A questo punto l’Inter riprende in mano il match e si riversa nella metà campo avversaria, sprecando due clamorose palle gol con Perisic (bravo Viviano a respingere il colpo di testa ravvicinato dell’esterno) e Icardi (alto sulla traversa a porta vuota). Dopo gli errori sottoporta arriva inevitabile la punizione degli ospiti. Brozovic stoppa di mano in area una punizione di Alvarez e sul conseguente rigore Quagliarella sigla la rete del sorpasso a 5′ dal termine. Nei restanti minuti l’Inter non si rende più pericolosa e resta al sesto posto, perdendo terreno nei confronti di Lazio e Atalanta, le prime due formazioni che la precedono in classifica. Dietro, staccato di un solo punto, c’è il Milan, e alla vigilia di Pasqua ci sarà lo scontro diretto nel derby milanese. La Sampdoria torna subito al successo dopo lo stop interno con la Juventus e torna nuovamente a casa con i tre punti da San Siro.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Alfredo Di Costanzo

Alfredo Di Costanzo

http://www.iltabloid.it

Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *