A Bologna un Napoli "settebellezze"

 A Bologna un Napoli "settebellezze"


Sul malcapitato Bologna si scarica tutta la rabbia accumulata, in settimana , dal Napoli per l’assurdo ed ancora incomprensibile pari con il Palermo. Il  risultato ( 7-1) dà l’immagine fedele  di ciò che è successo nel catino del Dall’Ara:   è stata una gara a senso unico, dal primo all’ultimo minuto, con una sola squadra in campo a maramaldeggiare su un avversario che, tranne per   un leggero fremito di orgoglio durato un quarto d’ora e concretizzatosi in un rigore sbagliato o , per meglio dire, ben parato da Reina ed un goal di Torosidis, è stato sempre  in balia del Napoli  come una piccola barca che, in un mare in tempesta ,  neanche si oppone alla prepotente forza della natura ed attende con rassegnazione di affondare  per trovare pace. Il Bologna ha dovuto recitare, suo malgrado,  la parte di  impotente spettatore di fronte alle giocate degli azzurri: belle, ariose e frizzanti, una goduria per gli amanti del calcio e mai , come stavolta, concrete fino alla conclusione. La differenza tra ieri e le altre partite è stata  proprio nella estrema  concentrazione messa in campo dai ragazzi di Sarri  e   la capacità di tradurre in goals l’enorme mole di gioco, fin qui,  sempre  prodotto; le statistiche della partita, infatti,  parlano chiaro e raccontano del solito  Napoli capace di  tanto possesso di palla, anzi , un po’ di meno rispetto alle abitudini, una percentuale di passaggi riusciti che rasenta la perfezione (87%)  e tantissime conclusioni a rete (14) ma , sta qui la novità della serata , un’estrema precisione nelle conclusioni a rete che hanno portato a quella valanga di reti che ha seppellito i felsinei. Il Napoli di questo periodo gioca talmente bene  che farebbe innamorare qualsiasi spettatore , anche un tifoso avversario,  roba da palati fini, un vero lusso per il nostro campionato che sarà studiato per tanto tempo nelle scuole   e portato come esempio di perfetto mix tra organizzazione di gioco e qualità individuali dei calciatori, un calcio che si gioca in paradiso. La Champions League si avvicina ed a Madrid questo Napoli comincia a fare paura.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Avatar

DarioGiuffrida

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *