Assen - Alex Lundh in action

Assen – Alex Lundh in action

Pioggia e temperature basse oggi ad Assen per il terzo round del campionato mondiale Superbike. In mattinata la pista era in condizioni miste, con la pioggia che cadeva a tratti e rendeva insidioso il tracciato olandese. Alex Lundh, cadeva verso la fine del turno e concludeva al diciottesimo posto con il tempo di 2’07”274.
Federico Sandi invece percorreva solo pochi giri preferendo non rischiare una caduta e terminava le prove al diciannovesimo posto con il tempo di 2’15”913. Per la prima sessione di qualifiche del pomeriggio, la pista si presentava completamente bagnata dalla pioggia che cadeva fitta. Lundh mostrava di trovarsi abbastanza a suo agio sul bagnato tanto che migliorava di molto il suo tempo sul giro. Forzando il suo ritmo Alex incorreva in un’innocua scivolata, che però non gli impediva di concludere al quindicesimo posto con il tempo di 2’04”401. Anche Sandi si migliorava molto e con il crono di 2’07”893 si piazzava in diciottesima posizione.
Alex Lundhl: “Sono abbastanza soddisfatto delle mie prove odierne. Questa mattina con la pista non completamente asciutta non avevamo aderenza mentre sul bagnato con le gomme rain le cose sono andate decisamente meglio. Abbiamo apportato qualche modifica che ha migliorato la nostra moto, ma in alcune curve faccio ancora fatica e perdo aderenza al posteriore. Spero che domani la pista si asciutta perché oggi abbiamo fatto molta fatica e sono caduto due volte per fortuna senza conseguenze”. 
Federico Sandi: “Era la prima volta che correvo sul bagnato con le gomme Pirelli e la pista oggi era molto scivolosa. Oggi per me era importante trovare un buon feeling con la mia moto sul bagnato e sono soddisfatto. Naturalmente, specialmente nelle libere del mattino, ho preferito non rischiare perché ho visto che molti piloti sono caduti e quindi era meglio non forzare. Nel pomeriggio ho fatto molti più giri ed ho migliorato il mio tempo sul giro. Per domani le previsioni parlano di pista asciutta e quindi domani mattina cercheremo di adattare la nostra moto a questo circuito e di qualificarci per la Superpole”. 

Redazione