Ancelotti commenta la vittoria contro l’Atalanta





“E’ stata una vittoria di maturità”. Carlo Ancelotti analizza il successo del suo Napoli a Bergamo.

“L’Atalanta ha giocato molto bene, conosciamo il loro valore e abbiamo anche osservato il loro successo sull’Inter. Da parte nostra è stata una prestazione intensa sin dall’inizio perchè ci aspettavamo un match molto dinamico e aggressivo”.

“Siamo andati subito in rete e da lì non abbiamo giocato sempre la partita che volevamo. La squadra è arretrata un po’ troppo, ma nonostante questo abbiamo avuto occasioni per segnare il secondo gol e chiudere la gara”.

“Poi dopo il pareggio loro, che ritengo meritato, la nostra condotta in gara è cambiata. Abbiamo ripreso il comando del gioco e l’Atalanta ha forse anche pagato il grande sforzo e le energie spese durante la prima ora”.




“Credo che questa partita abbia evidenziato la nostra crescita sul piano caratteriale. Quando c’è da attaccare si attacca e quando sei in difficoltà devi saperti difendere. Non esiste solo il calcio spettacolo, ma anche l’interpretazione giusta della gara. Per questo oggi mi è piaciuta la maturità mostrata dai ragazzi”.

“Voglio fare anche i complimenti al pubblico bergamasco che oggi si è reso protagonista di un clima sereno e di grande sportività. Questo dovrebbe sempre essere il calcio: festa e calore. Stasera è stato dato un bel segnale”.

Sul gol di Milik: “Quelli che sono entrati hanno dato un grande apporto nel finale. Sono contento per il gol di Arek perchè lui è sempre stato disponibile e ha sempre dato il massimo in allenamento pur non essendo impiegato molto sinora”

Fonte: sscnapoli.it



Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 4857 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*