Tiro con l’arco, Mondiali Para-Archery: domani azzurri in gara a Dubai

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Il Mondiale di Dubai entra nel vivo. Gli azzurri oggi sono stati impegnati nei tiri di prova ufficiali e domani gli atleti della divisione compound torneranno sulla linea di tiro per le 72 frecce di ranking round che determinano il tabellone degli scontri diretti. Sono 16 gli azzurri in gara tra ricurvo, compound, W1 e Visually Impaired. In campo i titolari di Tokyo e gli azzurri che puntano all’esordio a Parigi 2024. Venerdì, sabato e domenica le giornate dedicate ai match per il podio.

Dubai si tinge d’azzurro.

La Nazionale italiana paralimpica, infatti, è sbarcata negli Emirati Arabi Uniti, dove vivrà un Campionato Mondiale piuttosto anomalo, considerando che siamo ancora in pieno inverno, ma si tirerà all’aperto sulle lunghe distanze, esattamente come ai Giochi Paralimpici. Proprio così: la competizione iridata è outdoor. E non potrebbe essere altrimenti, visto che a Dubai, in questo periodo dell’anno, le temperature oscillano tra i 16 e i 25 gradi centigradi.

Rispetto a Tokyo, però, oltre alle categorie ricurvo open, compound open e W1, si aggiunge anche la categoria dei “non vedenti” visually impaired, come già accaduto nella rassegna iridata del 2019.
Una novità che si vedrà per la prima volta a Dubai riguarda invece la competizione a squadre: il cambiamento di regolamento voluto da World Archery prevede infatti l’esordio del “doppio” maschile e femminile.

In pratica invece dei terzetti come avveniva fino allo scorso anno, negli Emirati Arabi vedremo in campo solamente due atleti dello stesso sesso a rappresentare la propria nazionale nella prova a squadre. Questa competizione affiancherà la gara a squadre miste che, praticata già da diversi anni, è stata inserita nel programma delle Paralimpiadi al posto della “vecchia” gara a squadre a partire da Rio 2016.

I PROTAGONISTI

La spedizione azzurra è composta da sedici atleti e comprende sia i titolari e medagliati di Tokyo, sia i nuovi elementi che hanno bisogno di incrementare la loro esperienza internazionale in vista anche di Parigi 2024. Andranno sulla linea di tiro Stefano Travisani (Fiamme Azzurre), Giuseppe Verzini (Arcieri Cormons), Elisabetta Mijno (Fiamme Azzurre), Veronica Floreno (Dyamond Archery Palermo) e Vincenza Petrilli (Fiamme Oro) nell’arco olimpico open; Matteo Bonacina (Arcieri delle Alpi), Giampaolo Cancelli (Arcieri Voghera), Giulia Pesci (Arcieri Ardivestra), Eleonora Sarti (Fiamme Azzurre) e Maria Andrea Virgilio (Fiamme Azzurre) nel compound open; Gabriele Ferrandi (Arcieri Ardivestra), Salvatore Demetrico (Dyamond Archery Palermo) e Asia Pellizzari (Arcieri del Castello) nel W1. E, come detto, non mancheranno neppure gli atleti non vedenti, nella categoria Visually Impaired, con Matteo Panariello (Arcieri Livornesi), Giovanni Maria Vaccaro (Dyamond Archery Palermo) e Daniele Piran (Arco Club Bolzano Vicentino).

A guidare la comitiva italiana  ci saranno il responsabile tecnico, Guglielmo Fuchsova, i tecnici Antonio Tosco e Fabio Fuchsova, lo psicologo Gianni Bonas, la fisioterapista Chiara Barbi e la guida per i Visually Impaired, Adriano Peruffo.

IL PROGRAMMA

Quello di Dubai è il primo appuntamento internazionale del 2022 e segue a ruota i Campionati italiani indoor Para-Archery, andati in scena a Macerata. «Vogliamo essere competitivi – ha dichiarato “Willy” Fuchsova poco prima della partenza -. In molti avranno voglia di riscatto, dopo le Paralimpiadi di Tokyo. Pure fra i nostri azzurri. Uno speciale ringraziamento va alla Federazione, che ci è sempre accanto. I presupposti per fare bene non mancano».

Si comincia martedì 22 febbraio, con le 72 frecce di ranking round dedicate alla divisione compound che determinano il tabellone degli scontri diretti individuali e a squadre, che si disputeranno mercoledì 23. Giovedì 24 febbraio spazio alle 72 frecce di qualifica per ricurvo, W1 e Visually Impaired. Venerdì 25 al mattino spazio alle eliminatorie individuali e a squadre dell’olimpico e del W1 fino alle semifinali e, nel pomeriggio, ci saranno le finali che assegnano i podi del compound. Sabato 26 eliminatorie giornata dedicata alle finali dei V.I. e del W1, mentre domenica 27 febbraio si chiude con le eliminatorie e poi finali individuali e a squadre del ricurvo.
[smiling_video id=”242486″]


[/smiling_video]

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Never miss any important news. Subscribe to our newsletter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Never miss any important news. Subscribe to our newsletter.

Recent News

Editor's Pick