Il Milan riparte da Parma: 3-1

 Il Milan riparte da Parma: 3-1


Il Milan ritrova la vittoria archiviando la pratica Parma per 3-1 e alimentando l’andamento quasi perfetto in trasferta. Allo stadio Tardini serviva ed è arrivata una reazione dopo il mezzo passo falso casalingo con la Sampdoria. Buona la prestazione di squadra, ottimo e prezioso il bottino pieno da aggiungere al cammino di questo campionato, ormai nella sua fase decisiva. I gol portano la firma di Rebić (8′), Kessie (44′), Gagliolo (66′) e Leão (94′) in una partita di poche grandi occasioni: i rossoneri sono stati cinici in attacco e attenti nella gestione generale; soprattutto dopo l’espulsione di Ibrahimović per proteste, l’unica nota negativa della serata.

Una gara già indirizzata nel primo tempo, priva di sofferenze ma poi ribaltata dalla decisione arbitrale con il rosso diretto a Ibra, nella quale il gruppo di Pioli è rimasto sempre coeso. Dopo la 30° giornata di Serie A, in attesa della gran parte del calendario ancora da giocare, il Diavolo sale a quota 63 punti e resta da solo al secondo posto in classifica. Nel prossimo weekend, domenica 18 aprile alle 12.30, andrà in scena Milan-Genoa a San Siro.

LA CRONACA

La partenza forte e feroce del Milan produce un tiro dalla distanza di Kessie al 6′ (smanacciato da Sepe) e soprattutto il gol all’8′ grazie alla grande giocata di Rebić: servito da Ibrahimović, il croato prende in carico il pallone, si gira nello stretto e spara un bolide di destro all’incrocio dei pali. La partita si sblocca presto ma poi inizia un massiccio periodo senza particolari vibrazioni, da segnalare solo un colpo di testa alto di Ibra al 38′. Nell’unica vera altra occasione del primo tempo, proprio a ridosso del duplice fischio, i rossoneri raddoppiano: Hernández libera Kessie in area che segna con un rasoterra preciso.

Brivido in avvio di ripresa: al 51′ doppia importante parata di Donnarumma su Conti e in particolare su Pellé. Al 60′ un improvviso e poco chiaro episodio negativo: rosso diretto a Ibrahimović per proteste. Rossoneri sotto di un uomo, questo dà forza al Parma che la riapre al 66′: sponda di Pellé e deviazione sottoporta di Gagliolo ad anticipare Gigio in uscita. Nella limitata sofferenza finale, ci provano Grassi, Kucka, Traoré e Bani, il Diavolo trova comunque la forza di chiudere i giochi nel recupero: Dalot riparte veloce e serve al meglio Leão, freddo a battere Sepe di piatto. Triplice fischio.

IL TABELLINO

PARMA-MILAN 1-3

PARMA (4-3-3): Sepe; Conti (40’st Traoré), Bani, Gagliolo, Pezzella (29’st Busi); Kucka, Kurtić, Hernani Jr. (16’st Grassi); Man, Pellé, Gervinho (1’st Cornelius). A disp.: Colombi; Bruno Alves, Dierckx, Laurini, Osorio, Valenti; Brugman, Camara. All.: D’Aversa.

MILAN (4-2-3-1): G. Donnarumma; Kalulu (33’st Gabbia), Kjær, Tomori, Hernández; Bennacer (27’st Meïte), Kessie; Saelemaekers (27’st Dalot), Çalhanoğlu (32’st Krunić), Rebić (39’st Leão); Ibrahimović. A disp.: A. Donnarumma, Tătărușanu; Castillejo, Díaz, Hauge, Tonali; Mandžukić. All.: Pioli.

Arbitro: Maresca di Napoli.
Gol: 8′ Rebić (M), 44′ Kessie (M), 21’st Gagliolo (P), 49’st Leão.
Ammoniti: 10′ Bani (P), 24′ Çalhanoğlu (M), 37′ Pezzella (P), 38′ Gagliolo (P), 18’st Kucka (P), 33’st Hernández (M), 41’st Kessie (M).
Espulso: 15’st Ibrahimović (M).

Fonte: acmilan.com

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Alfredo Di Costanzo

Alfredo Di Costanzo

http://www.iltabloid.it

Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *