WorldSSP, riscontri positivi per il Team Bardahl Evan Bros nei test i Jerez

 WorldSSP, riscontri positivi per il Team Bardahl Evan Bros nei test i Jerez


Si è chiusa sul tracciato di Jerez – Angel Nieto la prima due giorni di test della stagione 2020 per il team Bardahl Evan Bros., stagione che permetterà per la prima volta alla squadra di esibire l’effige di team campione del mondo di categoria. I test sul tracciato spagnolo erano in primis l’occasione per vedere all’opera il nuovo acquisto del team ossia Andrea Locatelli, alla prima
esperienza nel campionato Supersport.

Confidenza con la sua Yamaha YZF-R6

La prima giornata è servita ovviamente ad Andrea per conoscere la squadra, e prendere confidenza con la sua Yamaha YZF-R6 ed i pneumatici Pirelli, due assolute novità per il talentuoso pilota azzurro. La giornata si è svolta regolarmente e senza intoppi: Locatelli ha compiuto 56 giri ottenendo il tempo di 1’43”474 come miglior crono, classificandosi quarto tra i piloti SSP a fine giornata, con un distacco di soli tre decimi circa dal più veloce di categoria.

Nella seconda ed ultima giornata di test Locatelli ha subito dimostrato di aver già imparato diversi aspetti di moto e pneumatici, firmando il miglior tempo assoluto tra i piloti Supersport.

1’42”683 il suo crono, circa otto decimi più rapido del giorno precedente, con 44 giri completati.

La giornata si è però purtroppo conclusa anzitempo a causa di una scivolata, causata dall’olio lasciato in pista da un altro pilota e non segnalato adeguatamente. Locatelli non ha riportato danni fisici nella caduta, ed ha mantenuto la leadership sino alla bandiera a scacchi di fine test.

Andrea Locatelli

“Sono molto soddisfatto dell’andamento di questi test. Mi sono trovato subito a mio agio sia con la squadra che con la moto, il che è molto importante. Mi sarebbe piaciuto girare di più, ma avendo due moto a disposizione con diverse configurazioni è stato utile fare delle comparazioni, per capire tante cose utili per il futuro.

Avremmo potuto concludere meglio la seconda giornata, ma purtroppo una caduta causata da un problema tecnico accorso ad un  altro pilota ci ha costretto a fermarci anzitempo. Nel complesso sono contento, non mi aspettavo di essere già così rapido in una pista come Jerez, la squadra sta già lavorando molto bene e sono molto fiducioso”.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Загрузка...


Avatar

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *