Volley, qualificazione Nazionale Maschile, Frigoni: “Grande entusiasmo da parte dei ragazzi”

 Volley, qualificazione Nazionale Maschile, Frigoni: “Grande entusiasmo da parte dei ragazzi”


Si è concluso ieri al Giulio Onesti di Roma il primo stage di allenamento del rinnovato progetto di Qualificazione Nazionale del settore giovanile Maschile voluto dal Direttore Tecnico Julio Velasco.

Al primo dei dodici appuntamenti in programma, tutti della durata di una settimana, hanno preso parte le due rappresentative regionali della Puglia e del Trentino Alto Adige. I giovani ragazzi partecipanti, hanno avuto l’occasione di vivere un’esperienza formativa all’interno del Centro di Preparazione Olimpica di Roma, sotto la supervisione dei tecnici federali, svolgendo sedute di allenamento tecnico – tattico.

Come prefissato negli obbiettivi a lungo termine del progetto, inoltre, c’è stato spazio anche per diversi momenti di confronto tra i tecnici nazionali referenti del progetto e quelli regionali, al fine di definire congiuntamente le linee guida da adottare durante l’attività quotidiana. Il prossimo incontro è in programma dal 18 al 24 novembre con le rappresentative di Veneto e Lombardia.

Il bilancio di  Frigoni

Al termine della settimana di allenamento, il coordinatore nazionale del progetto Angiolino Frigoni ha tracciato un primo bilancio: “Siamo molto soddisfatti di quanto fatto in questa prima settimana di allenamento. È emerso il grande entusiasmo dei ragazzi partecipanti che hanno potuto vivere un’esperienza in una struttura di alto livello a cui non sempre sono abituati. Lo stage si è svolto alternando allenamenti tecnici e tattici a simulazioni di situazioni di gioc o con la palla. Questo ogni giorno alternando le due rappresentative al mattino e al pomeriggio.

Abbiamo avuto modo anche di osservare insieme la partita Italia-Serbia giocata a Bari quest’estate, oltre che le gare della Supercoppa disputata a Civitanova Marche, cercando di spiegare ai ragazzi i tanti aspetti importanti che si celano dietro l’attività di alto livello. Per entrare in questa ottica, infatti, i giovani atleti hanno bisogno anche di osservare consapevolmente questa disciplina nella sua massima espressione. Nella giornata di giovedì, poi, abbiamo lasciato un pomeriggio libero ai ragazzi per vistare la città, aspetto anche questo sicuramente formativo, per alcuni era la prima volta a Roma.

Adesso, dunque, come da obbiettivo del progetto, i ragazzi potranno mettere in pratica quanto appreso nel proprio lavoro quotidiano all’interno delle società di appartenenza, anche grazie al proficuo confronto avuto con i tecnici regio nali. Siamo solo al primo incontro, quindi sappiamo che c’è ancora qualcosa da perfezionare, ma la strada tracciata è sicuramente quella giusta e la soddisfazione dei tecnici e degli atleti ne è la prova”.

 

Загрузка...


Avatar

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *