Il Frascati Sporting Village punta sempre al top. E anche quest’anno è riuscito a inserire nello staff tecnico una figura d’eccezione: la nuova responsabile del settore del nuoto agonistico è Samantha Ferrari, 27enne atleta delle Fiamme Oro e soprattutto della nazionale italiana di salvamento che da pochi giorni è tornata dagli europei di specialità dove ha conquistato due ori (uno nella staffetta 4×50 sottopasso e l’altro nella staffetta ocean in mare), un argento (sui 200 super lifesaver) e un bronzo (sui 100 manichino con pinne).

“Ho conosciuto questa società tramite il responsabile del settore salvamento Franco Fanella: quando ho parlato col presidente Massimiliano Pavia ci ho messo poco a trovare un accordo”.

La Ferrari sta allenando i nuotatori agonisti del Frascati Sporting Village da qualche settimana. “Ho trovato un ambiente sereno e positivo dove si può lavorare bene. Cercheremo di ottenere dei buoni risultati già da questa stagione: i ragazzi hanno delle buone potenzialità e mi hanno dato subito ampia disponibilità. E’ chiaro che ogni allenatore ha il suo metodo, ma io penso di avere un vantaggio importante: quello di essere atleta e di capire alcune sfumature in più”.

La Ferrari è stata allenatore di salvamento nella società romana dell’Accademia di salvamento, mentre questa al Frascati Sporting Village sarà per lei la prima esperienza da tecnico nel nuoto. “Ma il nuoto è la base di entrambe le discipline. Magari rispetto al salvamento si deve lavorare un po’ meno sulla forza, ma i concetti sono simili. Comunque è un’avventura che mi affascina: è bello poter trasmettere la passione verso il nostro sport a ragazzi più giovani, sono convinta di riuscire a portare avanti questo impegno in contemporanea con quelli da atleta”.

La Ferrari, che allenerà gli atleti più grandi (le categorie Ragazzi, Cadetti, Junior e Senior) e anche gli Esordienti A e B, sarà supportata dall’altro tecnico Francesco Orlando che rivolgerà un’attenzione in più agli Esordienti C. “Le prime gare saranno fissate in calendario tra la fine di novembre e l’inizio di dicembre, quindi abbiamo ancora un po’ di tempo per prepararci a dovere” conclude la Ferrari.