Grande sfida da giovedì sera a sabato per Lucio Da Zanche, al via del 31° Rallye Elba Storico, prestigioso appuntamento dalla massima e doppia titolazione Campionato Europeo e Italiano Rally auto storiche. L’asso di Bormio è reduce da due squillanti vittorie consecutive al Lana e all’Alpi Orientali e con il fido navigatore Daniele De Luis ritornerà in azione al volante della Porsche 911 gruppo B.

Per l’equipaggio tutto valtellinese gli obiettivi restano dunque ambiziosi e la conquista di un altro podio assoluto con la GT da rally tedesca gommata Pirelli e preparata dal team Pentacar con la collaborazione tecnica di NTP sarebbe la ciliegina sulla torta in un evento internazionale che vedrà il già pluricampione Italiano ed Europeo anche nelle vesti di organizzatore di eventi. Il portacolori deIla scuderia Rally Club Team Isola Vicentina, infatti, si presenta anche con la sua Dazzainmotion, l’apposita realtà da lui stesso creata che in collaborazione con ACI Livorno Sport ha preparato il raduno “Ferrari goes to Elba”.

Un evento nell’evento che sarà naturale prosieguo del raduno già organizzato nella primavera scorsa nel contesto del rally “moderno”, in quell’occasione con modelli Porsche. Tornando alla parte competitiva, oltre a Da Zanche, su diverse 911 by Pentacar, la factory di Colico diretta dal team principal Maurizio Pagella con al fianco i giovani fratelli Melli, saranno in gara lo stesso Pagella con Roberto Brea e l’equipaggio formato da Mirko Acconciaioco e Antonello Moncada nel 2. Raggruppamento, mentre nel 1. Raggruppamento tornano in azione pure i già titolati Antonio Parisi e Giuseppe D’Angelo.

Così commenta Da Zanche in vista del rally isolano

“La gara presenta qualche novità rispetto agli ultimi anni. Ci sono delle prove invertite e quindi dovremo studiarle bene per presentarci nelle migliori condizioni al via. Con tuta la squadra siamo carichi per la sfida, che come sempre sarà ricca di rivali competitivi. Possiamo dire di avere un ‘bonus’ sull’anno scorso, quando la sfortuna ci privò della vittoria proprio all’ultimo, quindi stavolta speriamo di essere un po’ aiutati dalla buonasorte anche se poi ogni rally come sempre è in realtà un’incognita. Sul fronte raduno Ferrari tutto bene, siamo agli ultimi dettagli organizzativi: ci aspettano 24 Ferrari, tutte molto belle e alcune davvero importanti, ci sarà da divertirsi anche per loro”.

Giovedì 19 settembre dalle 19.00 i concorrenti prenderanno il via da Capoliveri per affrontare due prove speciali in serata/notturna. La seconda giornata di gara ripartirà venerdì alle 9.15 per ulteriori quattro PS a conclusione della prima tappa, mentre sabato il gran finale della seconda tappa scatta alle 8.20 con arrivo finale alle 15.25 a Capoliveri, prevedendo ulteriori quattro tratti cronometrati. Durante il rally i concorrenti percorreranno 314,42 chilometri complessivi, dei quali 137,23 a cronometro per un totale di 10 prove speciali.