Sono arrivati un sesto posto di classe Pro-Am e un decimo assoluto per Alessio Rovera in equipaggio con Alexander Moiseev e Riccardo Agostini sulla Mercedes-AMG GT3 a Vallelunga, che ha ospitato la gara di 3 ore terzo round del Campionato Italiano GT Endurance. Un risultato quello dell’equipaggio del team Antonelli Motorsport arrivato dopo una qualifica non fortunata (settimi) e una gara condizionata da un primo stint difficile e dalla mini-rimonta da 13esimo a decimo riuscita proprio a Rovera nella fase centrale. Alla luce dei risultati ottenuti sul circuito che sorge alle porte di Roma, il giovane pilota varesino è già pronto a concentrarci sul prossimo appuntamento del Mugello il 4-6 ottobre, dove i tre piloti del team emiliano non avranno particolari assilli legati alla classifica, visto che le possibilità di aggiudicarsi il titolo Pro-Am sono ormai compromesse. Soprattutto, due settimane dopo, Rovera potrà poi giocarsi a Monza il titolo nell’altra serie 2019 del GT Italiano, quella Sprint, che Alessio disputa insieme ad Agostini.

Rovera dichiara tornando sulla serie Endurance nel post-Vallelunga: “Guardiamo avanti con fiducia anche se abbiamo perso una buona occasione. C’era il potenziale per fare punti preziosi e in qualifica siamo stati un po’ sfortunati perché appena mi sono lanciato hanno esposto bandiera rossa. Può capitare, purtroppo, ma certamente ritrovarsi in quarta fila ha condizionato la nostra strategia. In gara il primo stint è stato difficile, peccato perché c’era il passo per restare con gli altri e questo significa che comunque come velocità ci siamo. Chiaramente cambiano un po’ gli orizzonti per il Mugello, dove ora punteremo solo alla gara. E vogliamo fare bene. Di positivo c’è che almeno possiamo correre senza troppi pensieri o pressioni legate alla classifica”.