Inizia con un pareggio l’avventura dell’Inter nella UEFA Champions League 2019-20. Al “Meazza”, i nerazzurri non vanno oltre l’1-1 contro lo Slavia Praga: succede tutto nel secondo tempo con Barella che nel recupero risponde al vantaggio di Olayinka

“Lo Slavia Praga ci ha aggredito con intensità e cattiveria, noi non siamo stati bravi a trovare le soluzioni giuste e abbiamo fatto troppa fatica – ha commentato Antonio Conte ai microfoni di Sky -. Non posso essere soddisfatto della prestazione perché non abbiamo mostrato nulla della nostra idea di gioco. Quando succede questo il primo responsabile sono io, sia per le scelte sia perché evidentemente non ho fatto capire bene ai ragazzi cosa avremmo dovuto fare”.

“Potevamo fare molto di più, mi prendo la responsabilità perché non è questo il calcio che vogliamo proporre e per cui ci alleniamo. Dobbiamo migliorare molto anche in personalità ed è per questo che parlo di percorso. I ragazzi vanno lasciati tranquilli, questi sono step di crescita normali” ha aggiunto.

In chiusura, rispondendo ad alcune domande sui singoli, il Mister ha precisato: “Non parlo delle prestazioni individuali perché oggi tutta la squadra è stata sotto la sufficienza. Il gruppo deve continuare a lavorare, il mio compito è farli migliorare, sono qui per questo. I ragazzi lo meritano, così come i tifosi che oggi erano tantissimi. Sento questa responsabilità”.